In evidenza

L'ALLARME SHOCK! MISTERIOSO PIANETA IN ROTTA CON LA TERRA: "AD AGOSTO TERREMOTI FINO A 9.8 DELLA SCALA RICHTER"

Un pianeta di un altro sistema solare rischierebbe di entrare in collisione con la Terra provocando terremoti e tsunami distruttivi entr...

sabato 2 febbraio 2013

Elezioni, Monti: “E’ necessario aumentare l’età pensionabile effettiva”

Elezioni, Monti: “E’ necessario aumentare l’età pensionabile effettiva”



Il presidente del consiglio uscente Mario Monti ha presentato a Milano le linee di politica del lavoro e del welfare del suo partito Scelta civica. “C’e’ la necessità di aumentare l’età pensionabile effettiva e garantire nel tempo l’equilibrio dei sistemi pensionistici pubblici nonostante il progressivo invecchiamento del Paese e le ricadute che ciò comporta sul mercato del lavoro”. E’ una delle proposte del Professore, che, sempre in tema di lavoro, nel suo programma di governo prevede anche una rimodulazione sperimentale del contratto a tempo indeterminato, per renderlo più flessibile e meno “costoso”. Nel programma si legge anche che “è possibile e assolutamente necessario ridurre la legislazione nazionale a un codice del lavoro, integrato nel codice civile, composto da un numero limitato di articoli, leggibile e comprensibile direttamente dai milioni di persone interessate alle sue applicazioni e traducibile in inglese”.
Monti propone poi un’incisiva riduzione del cuneo fiscale e contributivo collegata ad alcune linee guida per la contrattazione collettiva aziendale, tendenti al superamento dell’attuale dualismo del mercato del lavoro. In questa prospettiva – spiega – a fronte di un’assunzione a tempo indeterminato diventerà possibile assicurare maggiori tutele sostanziali ai giovani senza rilevanti aumenti di costo o di rigidità per le imprese. Inoltre, all’intervento sull’età pensionabile, Scelta civica affianca anche “l’istituzione dell’Aspi (assicurazione sociale per l’impiego) cioè un trattamento di disoccupazione di livello europeo (70% dell’ultima retribuzione) universalmente applicabile a tutti i lavoratori dipendenti”. Il Professore ha anche parlato di donne: nelle linee guida di Scelta Civica si ricorda che “il mercato del lavoro non incoraggia la partecipazione delle donne che rientrano con più difficoltà e vi rimangono con oggettivi vincoli rispetto ad altri ruoli”. Secondo Monti è “prioritario che l’Italia diventi un Paese per donne e che aumenti il tasso di occupazione femminile dal 46% attuale alla media europea del 60%”.
link

Nessun commento:

Posta un commento