• L'Cosa è L'IO...

    Se, come dice Gurdjieff, “la vita è reale solo quando io sono”, allora vale la pena di cercare una risposta, di comprendere che cosa sia questo “io/ego”.

  • IL RITORNO DEGLI ELOHIM

    Da tempo il nome elohim circola con insistenza fra i risvegliati in cammino verso l’imminente ascensione e c’è chi giura che gli Elohim stiano arrivando (o tornando?)
  • DIVENTERE RICCHI E' UNA SCIENZA.

    “Quali che siano le cose che voi desiderate, per le quali pregate, siate convinti di riceverle, ed esse saranno vostre” (Marco 11:24).
  • Perchè imparare a sviluppare un sentimento di gratitudine?.

    Siate grati per il letto nel quale avete appena dormito, il tetto sopra la testa, il tappeto o il pavimento sotto i piedi, l'acqua corrente, la doccia, i vestiti ... la macchina che si guida, il cibo, gli amici.
  • DNA: uno scrigno di meraviglie dentro ciascuno di ...

    Il processo di apprendimento secondo Platone non è nient’altro che un processo di ricordo, reminescenza, che ci porta progressivamente a riprendere contatto con il mondo delle idee.


Il Mondo Esterno è Condizionato dal Nostro Mondo Interno - Il potere di materializzare le idee

Da cosa dipende un risultato materiale?

Alcuni pensano che sia dovuto all'impegno, altri delegano la responsabilità in quantità variabile alla fortuna.

In base al vostro orientamento potete porvi agli estremi opposti di un continuum.

Se siete un po' sfiduciati nei vostri mezzi, attenderete frequentemente dei colpi di fortuna, mentre se siete assolutamente sicuri di voi stessi sapete che la fortuna in realtà non esiste neanche nella misura dell'1%.

Ho letto trattati e frequentato seminari di persone veramente in gamba, tuttavia in alcuni casi tendevano a ricadere sul concetto di 'casualità'.

Per esempio, è un caso se oggi mi dovessi trovare sotto il tetto di un edificio che mi crollerà in testa?

E' un caso se uscendo di casa, faccio la conoscenza con una persona che mi cambierà per sempre la vita?

E' un caso se investendo in borsa nelle azioni di una ditta sconosciuta, ottengo un guadagno del 40% in una settimana?

E' un caso se nonostante uno stile di vita sano, vengo colpito da una malattia che non dovrebbe manifestarsi?


Share:

NEW MEXICO: TESTIMONE DIVULGA LE FOTO DI DUE AVVISTAMENTI UFO



foto A

Due avvistamenti in quattro mesi. E’ il bilancio di quanto osservato da un casuale testimone che, negli ultimi giorni, ha voluto rendere pubblica la sua duplice esperienza.
Il primo avvistamento risale all’aprile di quest’anno: l’uomo si trovava a Carlsbad, nelle immediate vicinanze di una piattaforma petrolifera quando, intorno alle 22:00 nota la presenza nel cielo di un oggetto luminoso posto a circa ½ miglio di distanza e ad un’altezza compresa tra i 300 ed i 500 metri.


Share:

Perchè imparare a sviluppare un sentimento di gratitudine?.


Inizia con il leggere questo breve articolo sugli effetti positividella gratitudine se vuoi comprendere meglio quello in cui io credo e quello che ti voglio trasmettere. Iniziate la vostra giornata con il sentimento di gratitudine.
Siate grati per il letto nel quale avete appena dormito, il tetto sopra la testa, il tappeto o il pavimento sotto i piedi, l'acqua corrente, la doccia, i vestiti ... la macchina che si guida, il cibo, gli amici.
Siate grati per il tempo, il sole, il cielo, gli uccelli, gli alberi, l'erba, la pioggia, e i fiori.
Siate grati e vedrete che con il tempo la vostra gratitudine vi porterà cose buone nella vita.
La gratitudine è ormai in via di estinzione ,in un mondo perverso
e pieno di contraddizioni.
Si è spostata la soglia di povertà.
Gli ultimi sondaggi dicono che il cibo che mangiamo non viene quasi più preso in considerazione,non viene attenzionato,tutto sembra scontato e mentre consumi un pasto,inveisci contro i politici,contro la chiesa,contro il lavoro,contro i colleghi,ecc.


Share:

Ghiandola pineale ed illuminazione

La ghiandola pineale o epifisi (dal greco epi-fysin, che significa al di sopra della natura) è una ghiandola endocrina situata nell’epitalamo, tra i due emisferi, al centro del cervello. Essa fu scoperta più di 2300 anni fa dallo scienziato alessandrino Erofilo

e, nel 1600, Cartesio la definì sede dell’anima. L’epifisi ha un diametro di circa un cm e la sua forma ricorda quella di una pigna, la cui immagine è simbolicamente rappresentata presso varie culture. La pineale è il principale organo del corpo umano responsabile del controllo del ritmo biologico circadiano, sulla base del principale ritmo cosmologico, quello dell’alternanza luce-buio. L’attività endocrina della pineale inibisce l’ipotalamo e, indirettamente, l’ipofisi ed altre ghiandole.

Share:

Avvistamento UFO sopra Red Charlottetown? Canada il 17 novembre 2014


Nuovo interessante avvistamento UFO foto registrato nel cielo sopra Charlottetown, Canada il 17 novembre 2014?
Relazione News:
Quando Blanche Ward di Charlottetown uscì fuori dalla porta nel pomeriggio di Lunedi, notò due piccole tracce di fumo volare lentamente alte nel cielo. Ward subito si affrettò a tornare nella sua casa e afferrò la sua macchina fotografica. Quando ha ingrandito ha visto un piccolo punto rosso che si trascinava dietro due linee di fumo .
Lei dice che l'oggetto è rimasto nel cielo per uno o due minuti prima di cadere sotto l'orizzonte e fuori di vista. Attualmente non è confermato cosa fosse l'oggetto. 
Sarà un meteorite o un pezzo di detriti spaziali o un Ufo?




Share:

Carabiniere ternano trovato morto in caserma, su Fb aveva scritto: ”Sono Kadmon. Mi chiuderanno la bocca”

Luis Miguel Chiasso
Ha scritto su Facebook di essere Adam Kadmon, di lavorare per i servizi segreti italiani ed internazionali aggiungendo: “Mi resta poco da vivere, so già che stanno arrivando per chiudere la mia bocca per sempre”. Due ore dopo è stato trovato morto in una caserma di Roma dove prestava servizio. Si tratta di un carabiniere trentenne originario della provincia di Terni: Luis Miguel Chiasso.
Si tratta di un dramma, di una tragedia e di un vero e proprio giallo. Il militare è stato trovato morto ieri sera alle ore 22,30 nella sua stanza della caserma ‘Salvo D’Acquisto’, nella zona nord della Capitale. Apparentemente ucciso da un colpo di pistola al petto.

Share:

CORBY (REGNO UNITO), FILMATO UN OGGETTO NEL CIELO.

Corby (GB), 19 novembre 2014. Un individuo, le cui generalità non sono state divulgate, vede apparire nel cielo, attraverso le finestre del suo appartamento, un oggetto sferico luminoso che si staglia, nel buio, sulla verticale di un palazzo posto di fronte al suo. Incuriosito, inizia a filmare con il cellulare l’oggetto che, inizialmente, rimane fermo nella sua posizione ma sembra pulsare.
Poi, improvvisamente, la sfera inizia a muoversi e a compiere delle lente evoluzioni, prima verso destra poi verso sinistra, verso l’alto ed infine verso il basso senza emettere mai alcun rumore di fondo. L’evento, durato all’incirca una decina di minuti, ha talmente impressionato il testimone da convincerlo a contattare immediatamente il MUFON (Mutual Ufo Network) per sottoporre le immagini all’attenzione degli esperti.


Fonte: www.mufon.com

Share:

Isola d'Elba, si susseguono sprofondamenti e voragini nella terra!




Si susseguono ormai da mesi le aperture di voragini nei territori dei comuni di Rio Marina e Rio nell’Elba. Sembra arrivato il conto da pagare di uno sfruttamento antichissimo e recentissimo di un territorio magnifico ed esausto.
L’ultimo sinkhole si è aperto in un terreno privato, ma i mesi passati sono stati segnati dalla chiusura della strada provinciale, dalla creazione di una bretella stradale provvisoria, dall’apertura di nuove voragini, dai cedimenti delle Murelline a Rio nell’Elba, dal nubifragio che ha inondato Rio Marina irridendo opere di “messa in sicurezza” che si sono rivelate elementi di ulteriore pericolo. 


E pensare che su questo sfascio pendulo qualcuno voleva realizzare una variante stradale di qualche Km, con fronti di scavo alti fino a 70 metri, per realizzare una circonvallazione che in linea d’aria avrebbe superato circa 800 metri… 
Ma ora non è il momento della polemica, quello a cui bisogna pensare di fronte ad un evento che appare sempre più eccezionale e non affrontabile con interventi ordinari da due piccole amministrazioni comunali, è a mettere in sicurezza il territorio ferito ed a dare sicurezza alla comunità riese. 
Per questo Legambiente Arcipelago Toscano chiede che le istituzioni attivino tutto quanto in loro potere per affrontare un problema che, con il passare del tempo, si sta rivelando sempre più grave, compresa la richiesta dello stato di emergenza per mettere in campo subito ogni strumento tecnico e scientifico e le risorse e gli interventi eccezionali ed urgenti necessari per mettere davvero e finalmente in sicurezza il territorio riese e l’intera area ex mineraria. 
Legambiente Arcipelago Toscano



http://mondogreen.newsbella.it
Share:

Flotta Ufo scompare tra le nuvole a Parigi, Francia


Oggi è il turno della Francia , alle porte di Parigi . E 'successo lo scorso 14 novembre ( 2014 )dopo le 07:00 quando un testimone ha notato la presenza di quattro UFO luminosi , quelli comunemente chiamati sfere di luce.
Guarda il video:




link
Share:

Olivier de Rouvroy: “La Visione della Nuova Terra”


La Visione della Nuova Terra
Se un Nuovo Mondo si appresta a sostituire il Vecchio, fatto che ormai è una certezza,non vuol dire che si edificherà necessariamente sulle sue rovine né al prezzo del massacro di tutti i suoi abitanti.
Arriva semplicemente perché un’Era mai vista prima sta subentrando a quella antica che è terminata. Adesso, la nostra partecipazione a tale Nuova Era è più che mai possibile.
Tutto si basa sull’elevazione attuale del nostro livello di coscienza e sulle decisioni che accetteremo di prendere o no, durante i prossimi mesi....

Se desideriamo conoscere questo Nuovo Mondo, tutte le vecchie rivalità e motivazioni egoistiche che ci spingono dalla notte dei tempi a dilaniarci e ad ammazzarci a vicenda devono ora estinguersi definitivamente.
Ciò può sembrare completamente utopico. Tuttavia l’accelerazione vibratoria attuale spinge inesorabilmente in questo senso e l’Onda Fotonica ha già prodotto delle evoluzioni spettacolari che vanno tutte globalmente nella giusta direzione.
Le nuove energie proiettate dal Sole non hanno soltanto come conseguenza una notevole progressione di apertura delle coscienze, ma anche delle ripercussioni fin dentro il piano fisico dove si tradurranno presto nel raddrizzamento dell’asse geografico della Terra.
A causa dell’aumentata frequenza atomica, il tempo terrestre di terza dimensione, che sino a poco fa aveva un divario importante rispetto a quello cosmico, sta ora colmando il suo ritardo.
La riduzione della differenza tra il nostro computo cronologico attuale, stabilito dal numero di giorni che sono necessari alla Terra per compiere la sua rivoluzione intorno al Sole, e la scala temporale cosmica, fa sì che la velocità di spostamento del polo sud magnetico e la sua migrazione verso il nord stia accelerando in maniera considerevole e irreversibile.
Il nord magnetico, a tutt’oggi ancora situato nell’emisfero sud geografico, si ritroverà presto in prossimità del nord geografico.


[I poli magnetici non coincidono con quelli geografici. È importante sottolineare il fatto che la definizione che diamo di polo magnetico Nord e Sud è solo una convenzione. Di fatto, il polo Nord magnetico si trova al Sud geografico e viceversa. (Per documentarsi QUI) ndt].

L’asse geografico, che ha la tendenza naturale a riposizionarsi in base alle variazioni dell’asse magnetico, è dunque sul punto di raddrizzarsi.
Quando il fenomeno avrà luogo, il campo magnetico terrestre si assottiglierà,scomparendo poi per il tempo dell’inversione, forse nel corso di qualche giorno o di alcune settimane, per stabilizzarsi in seguito, ma capovolto.
L’assenza di magnetismo priverà la Terra della sua stessa protezione (costituita dalle fasce di Van Allen) nel periodo in cui durerà il processo di sbilanciamento.
Tutte le particelle e le radiazioni cosmiche provenienti specialmente dalla Cintura Fotonica potranno allora investirla come una sorta di pioggia luminosa.
Tale momento critico, definito da certi geofisici ”Punto Zero“, potrebbe anche avere un effetto particolarmente felice, quello della sparizione istantanea e quasi miracolosa di ogni forma di contaminazione e nocività accumulate dall’uomo sul Pianeta da molti secoli.
Infatti, in quell’istante tutto dovrebbe essere improvvisamente riallineato secondo un nuovo rapporto energia-spazio-tempo e guarire grazie alla Luce. Il nostro mondo avrebbe allora la possibilità di cicatrizzare e di risanare in un attimo la totalità delle sue ferite.
Se le cose andranno così, in un brevissimo lasso di tempo, la Terra concluderà la sua mutazione per divenire un Mondo Nuovo, con le cellule del tutto rigenerate.
Una novella vegetazione si formerà rapidamente, offrendo all’Umanità degli inediti spazi abitabili, delle vaste zone boscose e fiorite dove l’acqua sarà pura e fluirà in abbondanza, mentre il clima sarà temperato e gradevole nell’interezza della sua superficie.



Al termine del cambiamento attuale, saremo anche noi grandemente mutati: il nostro corpo avrà ritrovato la salute, la vitalità e la resistenza come ai primi tempi di Atlantide; saremo divenuti Esseri profondamente spirituali, uniti da un vero ideale di Fraternità.
Le vecchie scissioni nazionali, etniche, linguistiche e religiose avranno perduto ogni ragion d’essere ed ogni significato.
In rapporto ad un nuovo spazio planetario inviolato e sconosciuto, senza dubbioall’inizio saremo come dei bambini assorbiti dalla contemplazione di immagini fiabesche. Le terre ci appariranno ricche ed accoglienti.
Le regioni glaciali e desertiche saranno scomparse; magnifici alberi dalle forme generose offriranno dappertutto ai nostri sguardi meravigliati frutti dai sapori squisitiche assicureranno l’essenziale alla nostra alimentazione.
Senza riferimenti, né paragoni possibili con il Pianeta che conosciamo oggi, ci creeremo delle nuove strutture vitali, d’accoglienza e di scambio, costruendo tutto dall’inizio, ossia edificando nuove case.
Ogni sorta di problema connesso all’insicurezza sarà naturalmente scomparso. E la luce diventerà la protagonista principale della nuova architettura. Ciascuno disporrà di una piccola ”zome“ accessibile in permanenza alla luce del Sole.



[Le "zome" sono delle strutture geometriche composte da rombi spiraliformi. Queste tipiche costruzioni, di cui si trova traccia da tempi immemorabili nell'architettura sacra, sono in relazione con le leggi che governano la manifestazione del mondo vivente.
Si ritrovano nelle numerose forme naturali come i cristalli, le cellette delle api ed alcune specie vegetali (l'ananas, la pigna, il carciofo, ecc.).



La loro conformazione biodinamica a doppia spirale, presente anche nella molecola del DNA, genera dei fenomeni di risonanza capaci di modificare la qualità vibratoria dell'ambiente. Queste frequenze creano l'accelerazione e l'unificazione della coscienza e facilitano la connessione a quello che siamo realmente.
Le maggiori testimonianze caldeggiano il senso di unità che si rileva in presenza di queste forme.


Dicono che si ha la sensazione d'essere collegati alla Matrice universale, di far parte integrante di un tutto, come se microcosmo e macrocosmo fossero soltanto Uno in noi e attorno a noi. Vedere QUIQUI, QUI e nel video che segue molto suggestivo.]
https://www.youtube.com/watch?v=-pQX1F5Cxsc
L’attivazione dell’«auto-programmazione genetica» di alcuni nostri centri di percezione farà in modo che l’intera estensione della Terra ci appaia minuscola.
Potrà quindi sembrare impensabile impostare un tipo di struttura abitativa che ne riduca e ne limiti ancor più la prospettiva favorendo il possibile ritorno al disagio che sentiamo oggi.
Disagio che percepiamo all’interno delle nostre squallide gabbie di cemento dove viviamo ammucchiati, con la sensazione, talvolta, di essere soltanto delle miserabili piccole creature isolate e perdute in un oceano di indifferenza.
Nel prossimo futuro, saremo ormai talmente interconnessi in seno alla Comunità che non avremo più bisogno, come oggi, di vivere costantemente insieme per sentirci integrati nella società nuova.
La genetica è una scienza altamente sacra perché attraverso di essa l’uomo può esprimere al meglio il suo potere creatore, ma è anche la più pericolosa. E a meno che venga praticata in accordo con le Leggi universali, può generare delle catastrofi spaventose.
Il crollo di Atlantide fu in realtà innestato su ordine della nostra Sinarchia galattica(Governo occulto; ndt), poco tempo dopo che i Maghi atlantidei cominciassero a sviluppare un vasto progetto di manipolazione dei geni che mirava a trasformare definitivamente e irreversibilmente tutti i servitori in schiavi.
Allo stesso modo, sul nostro piano di sperimentazione terrestre attuale, coabitano in realtà due tipi molto diversi di genetica. Gli studiosi usciti dalle nostre università più prestigiose sono spesso maggiormente allettati dalla gloria, dagli onori e dal potere.



Non esitano a lanciarsi nelle sperimentazioni più abominevoli per farsi conoscere ed evidenziare dai media e dal mondo politico, senza curarsi di mantenere gli equilibri naturali tra le differenti specie animali e vegetali coabitanti sulla superficie della Terra.
Parallelamente, esistono anche i genetisti totalmente disinteressati che lavorano nel segreto e sovente nell’indigenza; hanno una grande integrità ed alcuni sono anche pronti a sacrificare la loro vita al servizio dell’evoluzione dell’intero Pianeta e dei suoi abitanti.
Sanno che il percorso ascensionale della coscienza umana è in verità legato alla trasformazione del codice genetico.
A tutt’oggi, la trasmissione ereditaria dai genitori ai figli, attraverso i cromosomi, avviene non soltanto per le note caratteristiche del colore della pelle, dei tratti fisici e della predisposizione a certe malattie, ma anche per la presenza o l’assenza di alcune facoltà medianiche e psicologiche.
Il DNA, il codice genetico in azione nel ciclo che ora sta per completarsi, è di origine animale e può condurre l’Umanità solo ad un certo livello evolutivo. Al presente, è necessario che ce ne sia uno nuovo al fine di aprire la via ad una maggiore estrinsecazione delle realtà interiori.
Tale codice, auto-programmabile, è di natura spirituale. Quando sarà totalmente reintegrato ed accolto, i popoli tenderanno a formare una vera Unità. I loro obbiettivi si fonderanno progressivamente con quelli dell’Intelligenza suprema.
Grazie all’acquisizione del nuovo DNA, i nostri corpi potranno essere purificati e liberati dalla pesante eredità karmica che ci trasciniamo di vita in vita dalla notte dei tempi. Il genere umano svilupperà così poteri ancora inediti oggi.
Vivremo in simbiosi con l’Armonia cosmica e ci sarà infine possibile accedere alla Conoscenza Universale. Esprimeremo l’Amore Vero ed effettueremo in modo naturale i compiti affidatici dalla nuova Legge d’Evoluzione.

Josephine Wall
La nostra esistenza fluirà allora seguendo delle linee vibratorie armoniche che finiranno per manifestarsi sulla Terra in un’immensa sinfonia.
Ma parecchi ostacoli restano ancora da superare e numerose trappole dovranno essere di nuovo sventate per arrivare a tutto questo…

Traduzione: Sebirblu.blogspot.it



Fonte: erenouvelle.fr
tratto da
Share:

PROFEZIA DEI TRE GIORNI DI BUIO? DA PADRE PIO A MEDJUGORJE PASSANDO DA BOLDEN

Se ne parla da anni, forse da secoli ed ecco che Charles Bolden, direttore della Nasa (ente spaziale americano) regala al mondo una chiusura del cerchio, per ora soltanto apparente, visto che nulla è stato confermato da fonti attendibili. Di cosa stiamo parlando? Di tre giorni di buio su gran parte della terra che secondo il direttore della Nasa, avverranno il 21, il 22 e il 23 dicembre prossimo.



Il tutto accadrebbe a causa di una potentissima tempesta solare che dovrebbe abbattersi sulla terra proprio in quei giorni. Charles Bolden inoltre si raccomanda di munirsi di viveri, candele e acqua e chiudersi in casa per quei tre giorni in cui, ovvio, tutti i sistemi di telecomunicazione subiranno un blackout generale.
Alla fine del terzo giorno il sole tornerà a splendere. Questa notizia gira sul web da parecchi giorni, come successe del resto, con l’ipotetica fine del mondo prevista dai Maya nel 2012. Siamo tutti qui e sicuramente tutto questo clamore si ridurrà ad una sonora bufala, tuttavia sono molti gli spunti di riflessione che possono scaturirne e molte sono le relazioni con alcune profezie di carattere religioso. Chedonna.it vuole accompagnarvi in questo viaggio particolare dove la scienza si mischia alla religione e dove ognuno di noi, sarà libero di collocare i propri dubbi, le proprie paure o confermare alcune certezze.

Dicembre 2014, l’Apocalisse è vicina?.....

Charles Bolden è davvero l’ultimo in ordine cronologico a parlare dei temuti “tre giorni di buio” che avvolgeranno la terra ed in cui ogni equilibrio sarà messo in pericolo e in cui la popolazione mondiale subirà forti tormenti per compiere una purificazione, da cui uscirà cambiata. Prima di lui molti santi e beati, Gesù Cristo in persona, in una delle pagine del Vangelo di Matteo più belle e intensamente impegnative e più recentemente la Madonna in una delle sue apparizioni a Medjugorje avrebbero predetto questo tormento per il nostro mondo. Conosciamo meglio queste profezie, e cerchiamo di metterle in relazione con ciò che effettivamente sta accadendo al nostro pianeta.

La profezia della Beata Anna Maria Taigi (1769-1837)

“Verrà sopra la terra l’oscurità immensa che durerà tre giorni e tre notti. Nulla sarà visibile e l’aria sarà nociva e pestilenziale e recherà danno, sebbene non esclusivamente ai nemici della religione. Durante questi tre giorni, la luce artificiale sarà impossibile, arderanno soltanto le candele benedette. Durante tali giorni di sgomento, i fedeli dovranno rimanere nelle loro case a recitare il Rosario e a chiedere misericordia a Dio”.

La profezia rivelata da Gesù a San Pio da Pietralcina (1887-1968)

“Uragani di fuoco saranno scagliati dalle nuvole, e si estenderanno su tutta la terra. Temporali, tempeste, tuoni e piogge ininterrotte e terremoti copriranno la terra durante tre giorni. Seguirà allora una pioggia di fuoco, ininterrotta per dimostrare che Dio è Signore della creazione. Per prepararvi a questa prova, vi darò dei segni e delle istruzioni. La notte sarà freddissima, il vento spunterà, il tuono si farà sentire. Chiudete tutte le porte e tutte le finestre. Non guardate fuori durante il terremoto perchè l’ira del Padre mio è santa, non sopportereste l vista della sua ira. Nella terza notte cesseranno i terremoti e il fuoco e il giorno dopo il sole splenderà di nuovo”.

La profezia rivelata a Frà David Lopez dalla Madonna di Medjugorje

Frà David è un frate francescano che vive in Texas, dove nella città di Westaco, dirige un ricovero per i poveri. Il 14 agosto del 1987 mentre si trovava in pellegrinaggio a Medjugorje, durante un apparizione ai veggenti, lui riceve un messaggio dalla Madonna, nel quale gli viene preannunciato un periodo di tribolazione per il mondo e tre giorni di buio. “Durante questi tre giorni di buio, non verrà lasciato all’inferno nemmeno un demone, tutti saranno sulla terra. Quei tre giorni saranno talmente bui che non riuscirete a vedere nemmeno la mani di fronte al viso” la Madonna poi aggiunse di chiudersi in casa, di serrare porte e finestre e di non rispondere a nessuno che chiami da fuori. “La gente non dovrebbe andare in cerca di segni e non dovrebbe perdere tempo ad individuare la data. Attenti a quelli che danno date. Se si conoscessero le date, la gente vivrebbe solo attendendo la data e non si convertirebbe per amore di Dio”. Le ore di buio saranno 72, dopo questa purificazione sarà primavera e tutto sarà verde e pulito. Prima di questi giorni ci sarà un segno che tutti vedranno, una grande croce rossa nel cielo, in un giorno senza nuvole. Questa croce sarà vista da tutti cristiani, atei e pagani e sarà un avvertimento per tutti coloro che ancora non si sono convertiti all’amore di Dio.

Vangelo di Matteo

Subito dopo la tribolazione di quei giorni,
il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce,
gli astri cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno sconvolte.


Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo e allora si batteranno il petto tutte le tribù della terra, e vedranno il Figlio dell’uomo venire sopra le nubi del cielo con grande potenza e gloria. Egli manderà i suoi angeli con una grande tromba e raduneranno tutti i suoi eletti dai quattro venti, da un estremo all’altro dei cieli.
Dal fico poi imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l’estate è vicina. Così anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che Egli è proprio alle porte. In verità vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo accada. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.
Quanto a quel giorno e a quell’ora, però, nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre”.

La profezia dei tre giorni di buio, come viverla dentro di noi

Dopo aver letto alcune delle molte profezie che annunciano i tre giorni di buio, molti di noi penseranno di essere tornati indietro nel tempo, altri che una tempesta solare è un fenomeno che può accadere visto come stiamo trattando il nostro pianeta. Una cosa è certa, nel nostro cuore una scintilla di divino esiste e siamo portati tutti a vivere un’evoluzione della nostra anima verso l’amore. Le profezie ci mettono paura, e forse nemmeno troppa, ma invece ci dovrebbero aiutare a capire chi siamo e dove vogliamo arrivare, quali siano i valori importanti per noi e quanto il nostro operato arrechi danno al prossimo e alla natura che ci circonda. In un mondo dove la violenza verso i più deboli è diventato un modus operandi per decretare il più forte, dove si eseguono ogni giorno sacrifici animali e umani come un tempo dettava l’ignoranza, e dove ci si crede eterni persi nel vuoto della nostra anima, forse i giorni di buio non sono soltanto tre, ma molti di più, tutti quelli che che vivrà la nostra anima fino a quando non sceglieremo l’amore come unica via per raggiungere Dio, e qualsiasi mezzo ci porti alla pace del cuore. Dal cielo giungono avvertimenti, terremoti e piogge stanno distruggendo la terra e questa è realtà e non profezia, accogliamo questo aiuto per tornare alla nostra parte più profonda e pura e affidandoci a chi ci ha creato e che vorrà sempre la nostra vera felicità e non a chi vuole schiacciare l’amore per farci vivere una notte buia.



fonte
tratto da
Share:

Le Ragioni per Opporsi al NWO



"Innumerevoli persone odieranno il nuovo ordine mondiale e moriranno protestando contro di esso." - HG Wells, The New World Order (1940) -
Nel corso della nostra vita e in tutta la nostra cultura moderna, siamo condizionati
a raccoglierci attorno a concetti di falsa divisione. Siamo portati a credere che democratici e repubblicani siano parti distinte e opposte, eppure sono in realtà due rami dello stesso meccanismo politico di controllo. Siamo portati a credere che due nazioni come gli Stati Uniti e la Russia siano nemici geopolitici, quando, in realtà si tratta di due governi fantoccio sotto il dominio degli stessi finanzieri internazionali. Infine ci viene detto che i banchieri internazionali sono in qualche modo separati, quando la realtà è che tutte le banche centrali rispondono ad un'unica autorità centrale: la Banca dei regolamenti internazionali (BRI).
<
Siamo intrattenuti con storie di costante conflitto e divisione. Ma la verità è che c'è solo una battaglia che conta, solo una battaglia che sia importante: la battaglia tra coloro che cercano di controllare gli altri e quelle persone che desiderano semplicemente essere lasciate libere.
Il Nuovo Ordine Mondiale non è un concetto creato dai 'teorici della cospirazione', ma dalle menti di coloro che cercano di controllare gli altri. Sono le pseudo-élite che grandiosamente si arrogano il diritto di determinare il destino di ogni uomo, donna e bambino a scapito della libertà individuale e dell'autodeterminazione. Tali élite sono spesso molto aperte circa le loro ambizioni globaliste, proprio come l'autore HG Wells, membro dell'organizzazione socialista Fabian Society e legato alla concezione globalista che ha messo avanti il ​​suo progetto per la governance mondiale nel libro sopra citato. In questo articolo, vorrei esaminare la natura della nostra battaglia contro l'elite e perché le loro teorie sulla gestione sociale sono illogiche, inadeguate e, in molti casi, dannose e distruttive.

Il 'Bene Comune Superiore'.

Trovo affascinante che elitisti e propagandisti del NWO proclamino costantemente che la moralità è relativa e che la coscienza non esiste, ma in qualche modo sono quelli che possiedono la corretta definizione di 'bene superiore.' Se il concetto di 'buono' è in tutti i casi relativo, allora non sarebbe anche il concetto di 'bene superiore' del tutto relativo? Questa incongruenza nel loro ragionamento non sembra impedire loro di costringere le masse attraverso la propaganda o la violenza ad accettare la loro versione di giudizio migliore.
Come molti psicologi e antropologi (tra cui Carl Jung e Steven Pinker) hanno dimostrato in decenni di studio, la bussola morale e la coscienza non sono semplici prodotti dell'ambiente; sono ideali innati, al di fuori delle influenze ambientali. Il bene più grande è intrinsecamente e intuitivamente sentito da molte persone. E' la voce della coscienza, presente in ogni individuo. Non a caso le élite del Nuovo Ordine Mondiale si contraddicano affermando che la morale sia priva di significato, e poi propagandando la loro moralità personale come migliore. Al fine di ottenere potere sugli altri, devono prima convincere chi li ascolta di essere un guscio vuoto, senza senso o direzione. Devono convincere le masse a ignorare la voce interiore della coscienza. 

Collettivismo.

Non pretendo di conoscere l'ideologia necessaria per una società perfetta, e certamente non conosco le soluzioni esatte per arrivarci. Quello che so, però, è che anche nessun'altro può conoscerle. Ogni volta che qualcuno sale su un palco per annunciare che solo lui ha le risposte ai problemi del mondo, non posso fare a meno di essere sospettoso delle sue motivazioni. Raramente, se non mai, sento tali persone suggerire che più libertà e più individualità faranno un futuro migliore. La loro soluzione comporta sempre meno libertà, più controllo e più forza bruta per plasmare la società secondo la loro visione.
L'utopia offerta dall'élite al potere esige sempre una mentalità collettivista dove l'individuo deve rinunciare alla sua autodeterminazione e all'indipendenza.
Non importa il pretesto - che si tratti di socialismo, comunismo, fascismo o qualche via di mezzo - l'obiettivo è sempre lo stesso: il collettivismo è schiavitù per le masse e sfrenata manna per gli oligarchi.

L'Ideologia della Forza.

Se la tua idea per migliorare la società è buona e razionale, non dovrebbe servire la forza per indurre la gente ad accettarla. Solo le idee intrinsecamente distruttive richiedono l'uso della forza per conformare il pubblico. Il NWO è un'idea che si basa interamente sulla forza.
La globalizzazione ci è stata costantemente venduta come parte della naturale evoluzione del genere umano, ma questa 'evoluzione naturale' (v. correlati) è sempre avanzata con l'uso della menzogna, della manipolazione, della paura e della violenza. Il concetto di NWO implica una completa centralizzazione, una centralizzazione che non può essere raggiunta senza l'uso del terrore, difatti chi sosterrebbe la creazione di una pericolosa autorità di potere globale se non per paura?
L'uso moralmente accettabile della forza è quello della legittima difesa. Di conseguenza ogni volta che il NWO spinge inesorabilmente il ​​suo attacco alle nostre libertà, noi, i difensori, siamo etichettati come 'estremisti.' La metodologia usata per promuovere il NWO e i suoi valori è intrinsecamente viziata dall'ignoranza e dalla psicopatologia, piuttosto che ispirata da saggezza e verità.

La Politica della Disonestà.

Oltre che alla violenza, ricorrono spesso alla menzogna per ottenere automaticamente il successo per qualunque cosa. Le élite comunemente giustificano questa logica asserendo che esistano cose come le bugie nobili (entrambi Saul Alinsky e Leo Strauss, i guardiani del paradigma della falsa dicotomia destra / sinistra, hanno promosso l'uso delle "bugie nobili") e che le masse abbiano bisogno di essere ingannate per essere indotte ad agire nel modo migliore per se stesse ed il mondo. Questo è, ovviamente, un concetto sociopatico dettato dall' auto-esaltazione.
Le menzogne sono raramente, se non mai, usate da persone che vogliono migliorare la vita altrui; spesso sono usate da chi voglia migliorare la propria vita a discapito di quella altrui. A ciò si aggiunga l'affermazione egocentrica secondo cui le élites si adopererebbero per il nostro bene - quando in realtà gli interessa solo elevare il loro potere - e ciò che si ottiene è un rapporto abusivo stereotipato su scala globale.
Le metodologie positive verso l'umanità cercano deliberatamente la verità e non hanno bisogno di nascondersi dietro un velo di disinformazione e depistaggio. Se una metodologia richiede la segretezza, l'occultismo e l'inganno al fine di garantire un'egemonia culturale, allora è più probabile che sia un'influenza negativa su quella cultura, non positiva.

Il Controllo Oligarchico.

Perché l'umanità ha bisogno di un'élite selezionata che comandi su tutti? A cosa può servire davvero tale oligarchia? Il potere centralizzato è realmente efficiente e pratico come si dice che sia? O è in realtà un ostacolo per l'umanità e per la nostra ricerca per migliorare noi stessi? I propagandisti del NWO sostengono che la governance globale sia inevitabile e che la sovranità in qualsiasi forma sia la causa di tutti i nostri mali.Tuttavia, se guardo indietro ai momenti più delicati della storia (quelli non menzionati nei testi universitari), la vera causa della maggior parte dei mali del mondo si dimostra essere, ovviamente, l'esistenza di certi gruppi elitari.
La cosiddetta 'efficienza' della centralizzazione è utile solo per chi si trova al vertice della piramide, in quanto generalmente si basa su un vasto labirinto di burocrazia asfissiante. Nessuna struttura dell'autorità iper-condensata sopravvive se la cittadinanza non è 'plasmata' in modo da dipendere da essa. La centralizzazione rende più difficile la vita di tutti, eliminando la nostra capacità di fare le nostre scelte.Vale a dire, la centralizzazione rimuove tutte le opzioni alternative dal sistema, fino a quando l'unica strada rimasta è quella di inchinarsi alla struttura.
Non ho mai visto un solido esempio di centralizzazione del potere che abbia creato una società migliore, o dato maggior felicità alle persone.

Una Visione Oppositiva.

Discutere su cosa dovrebbe essere fatto per migliorare il mondo è uno sforzo inutile fino a quando si continueranno a proporre soluzioni sulla base di una singola visione soggettiva. Finché le persone sono influenzate da pregiudizi, da desiderio egoistico e mancanza di consapevolezza, non saranno mai in grado di determinare ciò che sia meglio per gli altri. La filosofia che si oppone al NWO, la filosofia del movimento della libertà, sostiene che nessuno ha il diritto di imporre la propria particolare versione di una società perfetta su chiunque altro. Non appena qualcuno lo fa, ha commesso un grave attacco contro la libertà individuale - un attacco che deve essere risolto.
La nostra proposta è semplicemente che le persone che vogliono controllare gli altri siano rimosse dalle posizioni di controllo e che chiunque desideri essere lasciato solo possa essere lasciato solo. Associazione e partecipazione dovrebbero essere sempre volontarie; in caso contrario, la società perde valore. Non si tratta di anarchia nel senso della rimozione di ogni conseguenza. Piuttosto, i diritti della persona diventano di primaria importanza.
La replica più comune a questo principio della valutazione individuale sulla paura collettiva è che 'qualcuno' deve applicare e far rispettare una struttura di diritto e la responsabilità, perché in caso contrario la società 'cadrebbe a pezzi' in un vortice di follia e caos. Sarà anche vero, tuttavia visto che l'autogoverno non è mai potuto esistere nella storia dell'uomo senza interferenze immediate da parte di certi gruppi elitari, nessuno può sapere per certo come sarebbe stato (purtroppo certi meccanismi sono automatici - n.d.A.)
Eliminare il controllo del governo palese, tuttavia, non significa farla finita con la 'legge.' La legge naturale, come la coscienza, esiste nel nostro essere in modo biologico e spirituale, e non richiede un'autorità centrale che la definisca. La legge naturale sostituisce le leggi delle persone. Infatti, le uniche leggi artificiali da seguire sono quelle derivanti ​​dal diritto naturale. Il principio di base del diritto naturale è che nessuno ha il diritto di impedire o erodere le libertà intrinseche di altri individui, purché rispetti anche le leggi naturali. Il secondo è che qualsiasi persona che violi i diritti innati di un altro, ha commesso una violazione della legge naturale.




di B. Smith


Link diretto:
Traduzione di S. Santoru per Informazione Consapevole
Share:

RETTILIANI, I VICINI DELLA PORTA ACCANTO

L’umanità sembra convivere sullo stesso pianeta, dall’antico Eden ad oggi, con un’altra specie misteriosa, più antica, intelligente e più evoluta dell'uomo. Le teorie del complotto rettiliano dell’epoca moderna. Le facoltà mutaforma dei rettiliani e il caso inaspettato della tradizione cristica.



Il mistero dei rettiliani

Leggendo la narrazione biblica del mito dell’antico Eden, contenuta nei versetti nel libro della Genesi, si evince facilmente che Adamo ed Eva non erano i soli inquilini del “Paradiso Terrestre”, ma che con loro coabitava un’altra specie creata dagli Elohim, nome ebraico che ha il significato plurale di "dèi" e che secondo la tradizione druidica corrisponde alla figura di Fetonte.
La tradizione biblica riporta infatti che i nostri progenitori a un certo punto incontrarono una creatura con le sembianze di un serpente che li iniziò alla conoscenza, contraddicendo, secondo l’interpretazione ebraica, il volere dei loro creatori.
Un serpente ben strano, visto che doveva possedere gambe e braccia come Adamo ed Eva in quanto avrebbe perso, sempre secondo la Bibbia, questa caratteristica solo dopo che gli Elohim l’avrebbero punito per l’aiuto dato agli esseri umani.
Si direbbe quindi che i nostri progenitori avessero coabitato nell’antico Eden, culla di molte delle specie viventi attuali, con creature rettiloidi che erano comparse sul pianeta molto tempo prima di loro.
Secondo i vari miti europei e aborigeni, al momento della grande catastrofe ambientale che milioni di anni fa sconvolse il pianeta con le sue glaciazioni, le creature rettiloidi e i progenitori dell’umanità abbandonarono insieme l’antica “Terra Imperitura”. I primi per rifugiarsi in grandi caverne sotterranee e i secondi per disperdersi su tutta la superficie del pianeta. Rimase nelle viscere della terra coperta dai ghiacci, sempre secondo le varie tradizioni, una esigua rappresentanza delle due specie a celebrare il ricordo dell’antico focolare.
Se così fosse realmente avvenuto, oggi non dovremmo avere la sola presenza sul pianeta degli esseri umani e delle altre specie animali conosciute, ma anche quella delle creature rettiloidi che in qualche modo convivrebbero con l’umanità condividendo la Terra.
La creatura rettiloide, alta sui tre metri, incontrata nel dicembre 1978 dal metronotte genovese Piero Zanfretta
Questo significa che dovremmo avere l’occasione di sentir parlare di creature rettiloidi nelle cronache del nostro tempo e attraverso le testimonianze degli antichi popoli.
E in effetti se sfogliamo le varie cronache del presente e del passato non mancano testimonianze dell’incontro con creature antropomorfe simili a dei grandi rettili. Ne parlano le cronistorie medievali e le testimonianze del nostro tempo date dai contadini del delta del Po, in Italia.
Un caso particolare è quello controverso di Piero Zanfretta, il metronotte di Genova che nel dicembre 1978 sarebbe stato testimone dell'incontro con una di queste creature. Stando al suo racconto e assecondando la veridicità della sua testimonianza, del resto supportata da fatti e da testimonianze di altre persone coinvolte nell'evento, si può ipotizzare con ragione che i rettiloidi possano essersi evoluti in maniera più avanzata del genere umano, da sempre ipotecato da guerre e da ideologie religiose, dimostrando di possedere esempi di tecnologia avanzatissima.

I rettiliani e le teorie della cospirazione

L’esperienza emblematica di Zanfretta apre a prospettive che vanno al di là del campo della “criptozoologia”. La sua vicenda dimostrerebbe che queste creature rettiloidi non solo esistono, ma sembrano essere in grado di possedere un’avanzata tecnologia che permette loro di fare ciò che vogliono senza essere contrastate dagli esseri umani.
E forse sta in questo fatto l’accanimento con cui molti studiosi, tra cui noti ufologi, hanno sottoposto Zanfretta a un linciaggio morale senza precedenti, messi di fronte ad una realtà scomoda che se fosse vera toglierebbe all’uomo il primato di creatura privilegiata da Dio e sconvolgerebbe la storia che conosciamo, come ci è stata raccontata sino ad ora. Se Zanfretta, come tanti altri, avesse parlato di aver incontrato i “piccoli grigi” sarebbe stato lasciato in pace e non avrebbe perso il lavoro, la famiglia e gli amici.
Del resto, non per nulla religioni come quella cattolica hanno demonizzato la figura del drago e quindi dei rettiloidi al fine di mantenere in piedi la loro primogenitura teologica basata su Adamo ed Eva.
Viene addirittura da pensare che possano essere questi stessi rettiloidi a lasciare di tanto in tanto un loro messaggio simbolico a testimonianza della loro presenza planetaria, tracciando nei campi di tutti i Paesi della Terra i misteriosi agroglifi noti come Cerchi nel Grano o Crop Circles. Quelli veri, realizzati con l'impiego di forti emissioni di microonde, nei campi di grano. Senza dimenticare gli inspiegabili fenomeni elettromagnetici che dal 2003 avvengono a Caronìa, in Sicilia, e persistono tuttora, anch’essi legati al fenomeno dei crop circles e definiti, alla conclusione dei lavori della Commissione di indagine promossa dal Governo Italiano, come una manifestazione di “forze aliene”.



Secondo una leggenda aborigena nelle viscere dell'Antartide dimorerebbe la “tribù segreta”, conosciuta anche come la “tribù scomparsa” o i “fratelli segreti”, che sarebbe la capostipite di tutte le altre tribù del continente australiano. La comunità sarebbe costituita da aborigeni e da creature rettiloidi dagli sgargianti piumaggi
Nel corso della fine del secolo, a seguito delle testimonianze sui rettiloidi, o rettiliani, sono nate alcune correnti culturali che, per dare loro un posto nella storia, propongono varie "teorie della cospirazione". Teorie che sostengono come queste creature, grazie alla loro abilità e alle loro conoscenze scientifiche, siano i veri padroni della Terra e gestiscano le redini dello scacchiere socioeconomico dell’intero pianeta.
Alcune di queste teorie si riferiscono ad una origine terrestre dei rettiliani, altre invece portano ad ipotizzare che queste creature provengano dallo spazio. Tutte le teorie della cospirazione sono comunque concordi nell'affermare che queste creature sarebbero in grado mutare la loro forma, tanto da assumere un aspetto antropomorfo, e quindi di potersi confondere tra gli esseri umani senza essere scoperte.
Una di queste teorie cospirazionistiche, la più attuale, cerca addirittura di far coesistere la presenza dei rettiliani con le recenti scoperte della scienza e le teorie fantascientifiche del film Matrix. Questa teoria moderna sull'esistenza e sul ruolo dei rettiliani porterebbe a spiegare la teoria dell'universo olografico, che vuole che l'universo non sia a tre dimensioni come lo percepiamo, bensì piatto a due dimensioni, come l'esito di una proiezione cerebrale che proprio i rettiliani indurrebbero negli individui con la loro tecnologia attivando una rappresentazione olografica cerebrale.

La teoria della cospirazione di John Rhodes

John Rhodes è un criptozoologo statunitense che dal 1990 ha sviluppato una sua specifica ricerca sul caso della manifestazione dei rettiliani.
Negli USA è molto conosciuto ed è autore di conferenze e di workshop sull’argomento dei rettiliani ed ha rilasciato numerose interviste e conferenze sui media nazionali e internazionali.



Una statuetta sumera che mostra un Anunnaki o Nefilim, creatura rettiloide citata dall'archeologo Zecharia Sitchin a seguito dei suoi studi sulla cultura sumera. Queste creature dall'aspetto rettiloide operavano anticamente sulla Terra a fianco degli Elohim celesti, la versione ebraica del mito di Fetonte, che diedero origine alla specie umana nell'Eden
La sua ipotesi comporta che i rettiliani avrebbero origine sulla Terra e sarebbero evoluti tecnologicamente, tanto da essere in grado di viaggiare nello spazio. Secondo la sua teoria, milioni di anni fa gli antenati degli attuali rettiloidi si sarebbero rifugiati in caverne sotterranee per sfuggire ai cataclismi ambientali sofferti dalla Terra, dentro alle quali avrebbero continuato a vivere e a evolversi sino ad oggi. I loro attuali discendenti possiederebbero la conoscenza di un’alta tecnologia non ancora sviluppata dall’umanità e starebbero intrattenendo rapporti segreti con enti militari e civili delle varie Nazioni della Terra.
Secondo John Rodhes i rettiliani sarebbero alti circa tre metri, come quello visto da Zanfretta, rivestiti di pelle squamata, con tre dita e pollice opponibile, senza ombelico, con grandi occhi neri e distanziati tra loro, con la testa allungata, la bocca sottile e alle volte con canini pronunciati, senza orecchie e con due creste ossee sul cranio come fossero delle corna. Sulla schiena si allungherebbe una coda dalle svariate misure.
I rettiloidi, sempre secondo John Rhodes, avrebbero creato la specie degli alieni conosciuti come “piccoli grigi”, quelli di Roswell, che si troverebbe ad essere una via di mezzo tra incroci genetici con umani e androidi intelligenti.
Nella cosmologia rettiliana di John Rhodes ci sarebbero diverse descrizioni dell'aspetto dei rettiloidi, che a seconda del colore della loro epidermide, rivestono varie posizioni nella scala gerarchica della loro specie.
John Rodhes è convinto che le creature rettiliane vivano attualmente in tre aree.
La prima area è quella dei rettiliani che vivrebbero sotto la superficie della Terra, in città e in villaggi situati in grandi caverne sotterranee esistenti sotto il suolo di regioni selvagge del pianeta o di alcuni grandi parchi statali, sia negli USA sia in altri Paesi.
A questa convinzione si può associare una leggenda degli Aborigeni australiani, relativa al Bunyip Park nello stato del Victoria in Australia. Essa narra dell'esistenza del “Bunyip”, una creatura rettiloide che vi abiterebbe e che difenderebbe il proprio habitat spaventando gli occasionali visitatori. In effetti in quest’area, molto bella e verdeggiante, stranamente non ci furono insediamenti dei colonizzatori europei e da allora è rimasta disabitata, tanto da essere destinata all’uso di parco nazionale. Un’altra leggenda Aborigena riguarda la “tribù segreta”, conosciuta anche come la “tribù scomparsa” o la comunità dei “fratelli segreti”, considerata come la capostipite di tutte le altre tribù del continente australiano. Questa tribù si nasconderebbe in una città sotterranea nel continente antartico, là dove la Chiesa e le Società iniziatiche medievali avevano collocato l’antico Eden. In questo modo questa tribù sarebbe riuscita a custodire gli antichi segreti del popolo Aborigeno e a garantire il loro ritorno alla libertà.



Il libro "cospirazionista" di David Icke. Secondo questo autore la Terra sarebbe controllata in gran segreto da creature rettiloidi che, essendo in grado di mutare la propria forma in quella umana, occuperebbero i posti chiave, economici e militari, del pianeta.
Sempre secondo le tradizioni aborigene questa comunità sarebbe costituita da creature rettili dagli sgargianti piumaggi e da aborigeni che convivrebbero pacificamente insieme. Parlerebbero una lingua segreta per impedire che la loro esistenza venga scoperta dai colonizzatori invasori e praticherebbero riti legati al mito del "serpente piumato" o "serpente arcobaleno". Gli ingressi che consentirebbero di raggiungere la città subantartica sarebbero mantenuti segreti e custoditi da pochi iniziati.
La seconda area della teoria di John Rodhes è quella che vede una parte di altri rettiliani dimorare su alcuni dei pianeti, e dei loro satelliti, del nostro sistema solare.
La terza area è quella dei rettiliani dislocati in altre dimensioni spaziotemporali a cui la loro elevata tecnologia consentirebbe di accedere.

Gli Anunnaki di Zecharia Sitchin

Zecharia Sitchin, nato a Baku in Azerbaijan nel 1922 e vissuto successivamente a New York, è stato uno scrittore azero autore di numerosi libri di divulgazione sulla cosiddetta archeologia misteriosa, ed è stato un sostenitore della "teoria degli antichi astronauti colonizzatori" come spiegazione dell'origine dell'uomo.
Nei suoi lavori attribuisce la creazione dell'antica cultura dei Sumeri ad una presunta razza aliena, detta Nefilim in ebraico o Anunnaki in sumero. Secondo la sua interpretazione rappresentava una specie rettiloide che proveniva, nella mitologia sumera, dal pianeta Nibiru, un ipotetico nono pianeta del sistema solare, dal periodo di rivoluzione di circa 3600 anni, presente nella mitologia babilonese. Sitchin afferma anche che in corrispondenza della fascia principale degli asteroidi del sistema solare si sarebbe trovato anticamente un pianeta che i Sumeri chiamavano Tiamat.
Zecharia Sitchin afferma di aver individuato in tavolette sumere che la razza aliena rettiloide degli Anunnaki avrebbe creato la razza umana come frutto di esperimenti di ibridazione genetica mischiando i propri geni con quelli dell'Homo Erectus, allo scopo di utilizzare gli uomini come schiavi nelle sue miniere in Africa.



Odino, il re degli dei Asi, celebrato dalla mitologia nordica come il trionfatore sul dominio dei giganti, era anch'esso di natura rettiloide e aveva la facoltà di mutare il suo aspetto a seconda del bisogno
Gli Anunnaki, da sempre, abiterebbero il pianeta Nibiru, trasformato in una specie di "nave spaziale", convivendo con le altre razze aliene.
Secondo Sitchin le tavolette su cui ha studiato attesterebbero che il popolo Sumero dalla "testa nera" sarebbe stato creato da questi esseri mescolando "l'essenza di vita" di "uomini e bestie".
L'esistenza di uomini serpente secondo Sitchin sarebbe provata dalla concezione di regalità e dal suo collegamento alla figura del drago, definita in Babilonia come 'Sir' o dragoni, ossia "grande serpente", dal sanscrito “sarpa,” parola che originariamente descriveva il grande "Dio-Dragone", creatore e governatore della antichissima cultura dravidica.
Alle teorie di Sitchin si è unito Sir Laurence Gardner, scrittore e esoterista inglese, secondo il quale esisterebbe una "Linea del Sangue dei Dragoni", la “Bloodline of the Holy Grail”, una variante dell’epopea del Sacro Graal in questo caso collocata nell'antica Mesopotamia e che avrebbe avuto inizio quando gli Anunnaki sarebbero discesi nella regione creando una linea di sangue reale attraverso le loro manipolazioni genetiche.

La teoria del complotto di David Icke

David Icke è certamente il più famoso dei divulgatori moderni della manifestazione dei rettiliani sul pianeta. Ex giornalista della BBC ed ex deputato verde inglese, è autore di molti libri a sfondo politico e si è fatto conoscere con il suo libro “The Biggest Secret: The Book That Will Change the World” pubblicato nel 1999 ha affrontato approfonditamente il tema dei rettiliani. A differenza di John Rodhes non si è limitato a un lavoro di criptozoologia, ma ha anche sviluppato una complessa teoria del complotto che prevede come i rettiliani siano in grado di dominare il mondo.
Quasi ventun anni dopo l’avventura dell’abduction subita e testimoniata da Piero Zanfretta, e sul filo di alcune leggende nordiche, Icke propone l’idea che i rettiliani siano creature alte tre metri, originarie della Terra e costituiscano i precursori della specie umana. Una specie sconosciuta alla storia che, giunta all’apice della sua evoluzione tecnologica e soggetta ad una estinzione di specie, avrebbe abbandonato il pianeta per cercare un riparo nello spazio in uno dei mondi del nostro sistema solare.
Ritornerebbero sulla Terra per fornirsi di vari beni e materiali che possono servire ai loro bisogni e per controllare, secondo l’autore, la specie umana anche a livelli di alta politica allo scopo di preservare l’accesso indisturbato delle risorse di materie prime che loro utilizzano.





Le leggende medievali del Piemonte citano spesso le "masche", streghe che avevano la facoltà di trasformarsi all'occorrenza in animali
Nel suo libro “Figli di Matrix” pubblicato nel 2001 ha sviluppato il tema dei rettiliani aggiungendo come il mondo occidentale sia occultamente dominato da una élite occulta, costituita in parte da rettiliani malvagi e in parte da umani corrotti, in grado di guidare gli Stati e i grandi organismi internazionali come ONU, la Banca Mondiale, le Banche centrali e ovviamente la stampa e le televisioni delle varie nazioni. Questa élite, dice Icke, sarebbe di indole satanista e pedofila, praticando sacrifici umani ed esprimendosi con simbologie esoteriche come i grandi attentati degli ultimi anni.
Per fortuna dell'umanità, secondo quanto l'autore è andato a correggersi negli ultimi tempi, esisterebbe anche una élite di rettiliani benevoli che sarebbero intenti a contrastare l'azione dei rettiliani malvagi.
L'ipotesi di David Icke è esplosa in maniera mediatica dal 1995 coinvolgendo migliaia di appassionati. Per la cronaca, Piero Zanfretta che denunciò la sua avventura nel 1978, all’epoca non poteva prevedere questa forte corrente mediatica futura e la constatazione a posteriori porta inevitabilmente a valutare la veridicità dell'avventura vissuta dal metronotte genovese. Un’avventura che in seguito ha travalicato ogni aspettativa e che tutto sommato, probabilmente, ha aperto la strada alle ipotesi sociopolitiche di Icke.

Le creature mutaforma tra scienza e leggenda

Rimane un interrogativo relativo alle proprietà mutaforma dei rettiliani come ha avanzato David Icke. Esistono per davvero rettiloidi che possono mutare la loro forma?
Possiamo ricordare come per molte delle divinità rettiloidi del passato, da Zeus a Odino, esisteva la credenza che fossero in grado di mutare la loro forma in quella di animali o di altre persone.
Ma l’idea della possibilità di mutare l’aspetto del corpo non è attribuibile solamente alle creature rettiliane di Icke.
In Piemonte esistono infatti le leggende popolari medievali delle “masche”, le streghe che erano ritenute in grado di mutare la loro forma trasformandola in varie tipologie di animali. Ma possiamo citare anche le leggende sui vampiri che erano ritenuti in grado di trasformarsi in animali di vario genere, compresi rettili volanti e pipistrelli.



Un polipo mutaforma fotografato dopo aver preso l'aspetto di roccia marina. La singolare specie venne rilevata dal biologo marino Mark D. Norman del Museo Victoria di Melbourne, Australia
Tuttavia, al di là delle leggende dobbiamo prendere atto che esistono concretamente delle creature in grado di mutare il loro aspetto e anche la loro forma. Come ad esempio i camaleonti, che mutano il colore della loro pelle a seconda dell’ambiente, gli insetti foglia che prendono il colore e la strutture di foglie e di rametti, oppure le lucertole che si fanno ricrescere la coda quando viene strappata via.
Esistono anche alcune nuove specie di cefalopodi, molluschi che sono notoriamente dotati della capacità di modificare la forma e il colore del loro corpo allo scopo di assumere l'aspetto di altre creature, ad esempio in forma di pesci o di formazioni rocciose.
Uno di questi molluschi è una specie di polipo mai osservato prima che manifesta elaborate capacità di trasformismo. Mark D. Norman del Museo Victoria di Melbourne, in Australia, ha dichiarato che le prime osservazioni di questa creatura risalgono ad alcune fotografie sottomarine, alcune delle quali rimangono ancora oggi aperte a numerose interpretazioni, tanto da dichiarare: "All'inizio sembrava aver preso la forma di un pianoforte, poi di un divano, quindi di una roccia e anche di un pesce".
Il polipo mutaforma, è una scoperta recente e non possiede ancora un nome scientifico, si conosce il suo habitat nelle distese melmose dove i fiumi finiscono nel mare dell'Indonesia. Si è osservato come il polipo vada in cerca di cibo in pieno giorno e in posti dove ci sono pochi luoghi in cui nascondersi. Una tale baldanza potrebbe derivare dalla sua abilità nel cambiare forma, colore e movimenti, che lo rende in grado di "impersonare" altri animali, magari velenosi o pericolosi. Oppure creature di piccole dimensioni come felini domestici, cani e anche bambini.
Molti di questi polipi mutaforma assumono il colore della corteccia o della sabbia per mimetizzarsi con l'ambiente circostante e giungono addirittura a confondersi così perfettamente con l'ambiente che sembrano svanire.



La creatura mutaforma di Steytlerville, una cittadina sudafricana a circa 200 chilometri nell’entroterra da Port Elizabeth, nella zona della provincia dell'Eastern Cape
Tom Tregenza dell'Università inglese di Leeds riferisce che la capacità di impersonare specie così diverse tra loro è del tutto nuova: "La cosa straordinaria è che il fenomeno si sviluppa in maniera molto più performante di quanto sia stato osservato negli altri animali mimetici".

Un mutaforma tra la gente di Steytlerville

Steytlerville è una tranquilla cittadina a circa 200 chilometri nell’entroterra da Port Elizabeth, Sud Africa, nella zona della provincia dell'Eastern Cape, dove non era mai accaduto nulla di particolarmente inconsueto.
Solo dopo un funerale, all'inizio del 2011, a cui aveva partecipato la maggior parte dei suoi abitanti avrebbe fatto la sua prima apparizione una misteriosa creatura dalle facoltà di mutaforma. In seguito, per oltre un mese, molti testimoni hanno asserito di aver incontrato la strana creatura che aveva mutato la sua forma sotto i loro occhi. E gli incontri con la creatura si sono moltiplicati. Più testimoni affermano di aver visto con i loro occhi un uomo in giacca e cravatta trasformarsi all'improvviso in un maiale oppure in un pipistrello.
Era anche apparso nei dintorni della chiesa e più di una volta i fedeli in preghiera lo hanno scorto mentre guardava incuriosito all’interno attraverso i vetri, ma una volta corsi al di fuori la creatura era scomparsa.
Negli ultimi giorni della sua apparizione la strana creatura è stata vista soprattutto nei pressi del pub locale. Le cronache dei quotidiani locali riportano il caso di due persone che stavano camminando tranquillamente quando hanno notato uno sconosciuto con una giacca nera, e mentre si avvicinavano si sono accorti che non aveva la testa. Quando lo hanno visto tramutarsi in una grande cane rabbioso i due sono fuggiti, ma altri testimoni che erano lì presenti affermano di averlo visto diventare in seguito una grande scimmia, una sorta di gorilla, per poi sparire.
La comunità Steytlerville, anche se sembra che il "mostro" non abbia mai aggredito passanti o animali domestici, è rimasta tuttavia inquietata dalla sua sconcertante presenza.
La polizia del luogo per ora non ha fatto altro che raccogliere i resoconti dei cittadini, che dichiarano che la creatura cambia forma nel momento in cui la si guarda. L’ufficiale preposto ha chiesto a lungo e invano alla gente di scattare delle foto del mostro, per avere delle prove. Ma l'unica fotografia lo ritrae mentre sta riposando in forma di una sorta di cane sotto un albero e l’immagine, una volta sviluppata, evidenzia solo la presenza di un animale sconosciuto.



Il manoscritto in lingua copta rinvenuto nel monastero di Saint Michel vicino all'attuale al-Hamuli nel deserto egiziano. Il testo risalente ad almeno 1500 anni fa riporta la credenza che Gesù Cristo possedesse facoltà di un mutaforma, modificando all'occorrenza il suo aspetto in giovinetto, in adulto e in altro ancora
La comunità è sconcertata e spaventata, ma allo stesso tempo è incuriosita e ha deciso di chiamare la creatura che coabita nella stessa cittadina con il nome di "Bawokozi", cioè "fratellastro".

Un mutaforma dalle origini divine

Ma le sorprese sulla proprietà dei mutaforma non mancano di stupire per il suo coinvolgimento di un personaggio considerato di origine divina come quello del Cristo.
La notizia proviene dalla biblioteca del vecchio monastero di Saint Michel, vicino all'attuale al-Hamuli nel deserto egiziano, dove alcuni archeologi avrebbero reperito, nella primavera del 1910, cinquanta manoscritti in lingua copta vecchi di almeno 1200 anni. Uno dei testi riporta la dicitura che rivela essere un regalo dell'Arciprete Padre Paul, considerato con tutta probabilità come lo stesso autore.
Viene stimato che il monastero sia stato chiuso intorno all'inizio del IX o X secolo e la serie di manoscritti è stata ritrovata per pura casualità mentre la gente del posto stava cercando di liberare i suoi ruderi dalla sabbia del deserto.
Uno di questi testi si è rivelato particolarmente interessante poiché rivela l'inaspettata credenza a cui, 2000 anni fa, veniva data fede dai monaci che vi dimoravano e dai fedeli che frequentavano all'epoca quel luogo, reputato sacro dai cristiani copti.
Questo testo contiene, in maniera esplicita, la testimonianza che Gesù era in grado di modificare a volontà la sua forma apparente, di cambiare il proprio aspetto e di rendersi invisibile a seconda delle sue necessità.
Il testo, scritto in lingua copta e nel nome di San Cirillo di Gerusalemme, un teologo vissuto intorno al 313-386 d.C., ha portato in luce una parte della storia della crocifissione del Cristo assolutamente inedita e canonicamente poco usuale.
Una parte del testo, decifrato e tradotto Roelof Van den Broek dell’Università di Ultrecht in Olanda, riporta infatti affermazioni che mostrano in maniera esplicita la natura mutaforma del Cristo: "Allora gli ebrei dissero a Giuda: Come possiamo andare a catturarlo [Gesù], perché non ha una unica forma, ma può cambiare di apparenza. Talvolta, è biondo, talvolta, è bianco, talvolta, è rosso, talvolta, è di colore del grano, talvolta, è pallido come gli asceti, talvolta, è un giovane, talvolta è un vecchio uomo."
Secondo Roelof Van den Broek una simile descrizione mutaforma di Gesù sembra trovare conferma in un manoscritto dell'anno 200 d.C., scritto dal teologo Origène, in un lavoro intitolato "Contro Celso". In questo testo,Origène avrebbe dichiarato che "per tutti quelli che vedevano Gesù, non sembrava che il suo aspetto fosse sempre simile alla stessa immagine e totalmente visibile per tutti".
Il manoscritto in questione, parecchi mesi più tardi dopo il suo rinvenimento, nel dicembre del 1911, è stato acquistato da J.P. Morgan che poi ne ha fatto dono al Morgan Library, un ente legato al Museo di Storia Naturale di New York, dove è tuttora custodito.




di Giancarlo Barbadoro

fonte
tratto da
Share:

UFO registrato a Saint John, Canada






Un uomo di San Giovanni dice che è ancora scosso dal misterioso oggetto che a visto volare sopra la città vicino alla raffineria Irving Oil Ltd. la settimana scorsa.
Il racconto:
John Edwards dice che il suo cuore batteva forte mentre lui e la sua ragazza guardavano l'oggetto luminoso dalla finestra del suo appartamento nei quartieri alti il 20 ottobre, verso le 10:30 "E 'stato terrificante. Mi nascondevo dietro la tenda", ha detto Edwards, che ha catturato l'oggetto volante non identificato in video usando il suo iPhone. "E 'stata davvero una sensazione inquietante e strana.
" Edwards dice che sentiva come una violazione della privacy. La CBC News, il John Airport Saint John e la forza di polizia, a chiesto al Comune di San Giovanni se qualcuno avesse informazioni riguardanti l'UFO, ma dal pomeriggio di Giovedì, non aveva ottenuto alcuna risposta. (Altro fonte).






fonte: http://www.cbc.ca/news/canada/new-brunswick/ufo-sighting-leaves-saint-john-man-shaken-1.2818237
tratto da
Share:

La Manipolazione delle Masse e il Governo Invisibile



Gli uomini raramente sono consapevoli delle vere ragioni che stanno alla base delle loro azioni”
Edward L. Bernays Le scoperte nel campo del comportamento umano, della psicologia cognitiva
e delle neuroscienze hanno permesso la crezione di efficaci tecniche di manipolazione.
Bernays, che è stato considerato dal giornale Life come uno dei cento americani più influenti del XX secolo, si autodefiniva “consulente in pubbliche relazioni”; oggi il suo lavoro si chiama “Spin doctor” (termine inglese la cui traduzione è : dottore del raggiro, manipolatore di opinioni. 
Lo Spin è infatti un effetto particolare che si dà alla palla da baseball e il termine allude alla manipolazione delle notizie da divulgare). Lo Spin Doctor è dunque un esperto di comunicazione, colui che scrive discorsi per i personaggi pubblici, elabora strategie per le campagne elettorali, è portavoce di partiti, esperto di sondaggi, ecc.
L’dea di Bernays era fondamentalmente questa: sarebbe stato sicuramente più comodo se un comitato di saggi avesse potuto scegliere i dirigenti politici, dettare il comportamento pubblico e privato, decidere dell’abbigliamento e degli alimenti che la gente deve mangiare, ecc. Poiché però l’America era un Paese democratico, occorreva trovare altre strade per manipolare le opinioni e le abitudini delle masse e queste strade erano la propaganda e le pubbliche relazioni. Chi padroneggiava questi strumenti di intervento sociale costituiva il “governo invisibile”, quello che dirigeva veramente il Paese.
Bernays osservava che, dei 120 milioni di abitanti che vi erano allora in America, solo pochissime persone erano veramente capaci di comprendere i processi mentali e i modelli sociali delle masse: questo piccolo gruppo di persone tirava le fila, controllava l’opinione pubblica, sfruttava le vecchie forze sociali esistenti, inventando altri modi per organizzare il mondo e di guidarlo.
Per organizzare la società democratica dunque, secondo Bernays, era necessario costituire questa struttura invisibile che, legando inestricabilmente innumerevoli gruppi e associazioni, costituiva lo strumento attraverso il quale il regime democratico poteva organizzare il proprio pensiero collettivo.
Lo Spin Doctor è un persuasore occulto che possiede la capacità di elaborare sofisticati ed ingegnosi trucchi psicologici per influenzare e manipolare le masse.
La propaganda, sosteneva Bernays, doveva essere l’organo esecutivo del governo invisibile: dirigenti invisibili dovevano controllare il destino di milioni di esseri umani. Lo Spin Doctor è dunque colui che, servendosi dei mezzi di comunicazione, si incarica di far conoscere una determinata idea al grande pubblico. Nel farlo, studia i gruppi che il suo cliente vuole raggiungere ed individua dei leader che possono facilitare l’approccio. Influenzando il leader infatti, automaticamente si influenza anche il suo gruppo di riferimento. I colleghi meno influenti del leader con il tempo imitano gli atteggiamenti del leader, contribuendo così alla diffusione dell’idea.
Bernays capì che per rendere credibile un’idea o vendere un prodotto doveva esserci una «terza parte indipendente» che se ne rendesse garante. Creò quindi numerosissimi Enti e Organizzazioni “indipendenti”, che sfornavano studi «scientifici» e comunicati stampa, i quali venivano così a mescolarsi e a sovrapporsi con quelli emessi da Istituzioni veramente serie e indipendenti.
Adottando le tecniche proprie del giornalismo e della psicologia infatti, gli spin doctor costruiscono quella cheil giornalista Marcello Foa chiama “un’arma di distruzione di massa“, efficace perché manipola le masse senza che esse se ne rendano conto, creando idee e stereotipi duraturi nel tempo e difficilissimi da estirpare.


L’avvento di internet, dei blog e dei social network ha minato lo strapotere degli spin doctor. I giornali, perdendo il monopolio dell’informazione non solo più gli unici detentori delle notizie e i cittadini possono informarsi in maniera indipendente. Ultimamente però questi professionisti della manipolazione stanno affinando le loro tecniche adattandole alla realtà digitale e sociale delle informazioni.
Il meccanismo di cui gli spin doctor si servono per manipolare l’informazione è il frame, cioè la cornice. Si tratta di un concetto forte creato ad arte dagli spin doctor che si impianta nei valori dei cittadini. “Una volta creato il frame – spiega Foa – tutto quello che rientra nella cornice rafforza la mia visione del mondo. Le notizie, anche vere, che escono da questa cornice, tendo automaticamente ad essere scartate”.
Il giornalista porta l’esempio della moneta unica: “l’euro è fondamentale per il nostro benessere”. Chi pone dubbi su questo concetto, viene considerato un destabilizzatore che mette a repentaglio il futuro dell’Europa. È un frame molto forte e quindi, di riflesso, le persone reagiscono rifiutando questo concetto e considerandolo falso”.

Ecco il video completo in cui Foa spiega nel dettaglio i meccanismi appena descritti:

Edward Louis Bernays ha pubblicato “Propaganda – Della manipolazione dell’opinione pubblica in democrazia.”

Esempi di campagne mediatiche di Bernays.

Per promuovere le vendite del bacon (pancetta) per la Beechnut Packing, Bernays condusse una ricerca, intervistando un campione di medici per chiedere loro che tipo di prima colazione ritenessero migliore per la salute: meglio una prima colazione leggera o sostanziosa?
La maggior parte dei medici riferì che riteneva più indicata una prima colazione sostanziosa. Queste conclusioni furono inviate a 5.000 medici, insieme ad una pubblicità che suggeriva di mangiare eggs and bacon (uova e pancetta) per rendere la colazione più sostanziosa. Ebbe successo questa campagna? Per rispondere, basti dire che eggs and bacon è ancora oggi considerata la colazione tipica degli americani.
La più famosa campagna di Bernays rimane comunque quella elaborata per l’American Tobacco Company. A metà degli anni Venti, alle donne era vietato di fumare in pubblico. Consultandosi con lo psicoanalista A.A. Brill, Bernays capì che ciò che le donne desideravano a quei tempi era comportarsi pubblicamente allo stesso modo degli uomini. Così, durante la parata di Pasqua di New York del 1929 Bernays pagò delle ragazze per partecipare alla sfilata, come se fossero suffragette. Al suo segnale, queste donne accesero delle sigarette. Naturalmente non mancava una nutrita schiera di fotografi, assoldati per immortalare l”evento”, che la stampa definì un’accensione di “torce di libertà”. Fu un fatto di cui si parlò in tutto il mondo e, da allora, il fumo fra le donne divenne un segno di emancipazione.
La più estrema propaganda politica di Bernays fu invece condotta per conto della United Fruit Company (oggi Chiquita Brands International) situata negli Stati Uniti, che controllava gran parte del terreno agricolo del Guatemala. Il governo americano aveva allora interesse a rimuovere il presidente democraticamente eletto (1951) Jacobo Arbenz Guzman (Operation PBSUCCESS). Arbenz Guzmán infatti aveva tentato di nazionalizzare la United Fruit Company (UFC), offrendo alla compagnia il compenso di 600.000 dollari, il valore dichiarato dalla Compagnia: molto inferiore alla realtà, per evitare la tassazione.
Nel 1952 il Partito Comunista dei Lavoratori Guatemalteco venne legalizzato; l’UFC e le banche che la sostenevano, collaborarono dunque con la CIA per persuadere l’amministrazione statunitense che Arbenz era un comunista e che stava aprendo la strada a una presa del potere da parte dei comunisti.
L’amministrazione americana ordinò alla CIA di sponsorizzare un colpo di stato, rovesciando il governo e costringendo alla fuga Arbenz Guzmán. Bernays si occupò specificamente di far circolare le informazioni su Arbenz fra i maggiori giornali americani. Per il suo lavoro alla United Fruit, sembra sia stato pagato 100.000 dollari all’anno, un guadagno enorme negli anni cinquanta.
Per la Aluminum Company of America (Alcoa), convinse invece il pubblico americano che la fluoridificazione dell’acqua era utile per la salute. Questo obiettivo fu raggiunto grazie alla collaborazione dell’American Dental Association.






fonte: dionidream.com
tratto da
Share:

Servizi di riparazioni della casa centro Lazio 

( Roma - Rieti - Viterbo ..... )  h24. 

                                  >>>> Disponibilità<<<<
                                   >>>>>>immediata <<<<<


Per info - 

Tel.. Sms - WhatsApp - 3487186144




Etichette

Archivio blog

Recent Posts