Visualizzazione post con etichetta diamante. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta diamante. Mostra tutti i post

Storia del Diamante Nero


Il diamante nero è una pietra rara e preziosa, che ha affascinato l’uomo fin dall’alba dei tempi, a renderlo particolare è la sua opacità, che è dovuta alla presenza di ferro ed ossidi di ferro ma anche dal fatto che è composto da un tipo di carbonio differente rispetto a quello presente negli altri diamanti. La consistenza di tale particolare pietra è particolarmente dura, anche se sono presenti diverse fragilità strutturali che rendono il diamante nero difficile da tagliare.

Per molto tempo fu utilizzato solo in campo industriale o per realizzare la polvere abrasiva necessaria per tagliare i diamanti stessi. Il fatto che non sia lucente e scintillante ha destato grande interesse ed ha avvolto tale preziosa pietra nel mistero. Non a caso il diamante nero è considerato il più raro di tutti i diamanti naturali.
Tuttavia, per valutarne il valore non vengono utilizzati gli stessi parametri previsti per gli altri diamanti, vale a dire le famose 4 C: Colour (colore), Cut (taglio), Carat (peso) e Clarity (purezza). Di fatto, i diamanti neri vengono valutati in base al taglio, che è piuttosto difficoltoso, a causa della particolare combinazione di durezza e fragilità della pietra, nonché al montaggio sul gioiello ed alle dimensioni.

L’utilizzo dei diamanti neri nella gioielleria risale agli anni Novanta, quando i primi gioiellieri decidono di realizzare alcuni pezzi utilizzando queste insolite pietre, affascinati dalla loro luce non comune e dall’atmosfera di leggenda che li circonda. Per molti esperti del settore, il diamante nero continua ad essere una gemma sottovalutata e non considerata per quella che è la sua intensa e magnetica bellezza. La cromia scura non permette di effettuare una valutazione precisa in base alla purezza e la scelta del taglio per fare risaltare la sfumatura non è per niente facile. Pare comunque che nel mondo vi siano alcuni diamanti neri di grande importanza, di dimensioni notevolmente superiori alla media e dal valore considerevole.

Chiamato anche con il nome di carbonado, il diamante nero possiede, come si è detto, una struttura diversa dagli altri diamanti, costituita da microcristalli e da tracce di gas che li rendono leggermente porosi. La teoria che attribuisce a questa pietre origini extraterrestri, è dovuta proprio alla formazione di queste sostanze gassose, impossibile da verificarsi alle profondità da cui, solitamente, provengono i diamanti incolori.

Per tale ragione, i ricercatori hanno elaborato alcune teorie, in base alle quali la formazione dei diamanti neri deriva da una collisione tra la Terra e un asteroide avvenuta miliardi di anni fa o ancora, data la presenza di idrogeno al loro interno, potrebbero essersi formati in prossimità di una stella, dove lo spazio è particolarmente ricco di questo gas.

Share:

Sentire è il segreto – Neville Goddard (Parte 4)

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

MUSIC FOR THE SOUL

Etichette

Recent Posts

Visualizzazioni totali