Visualizzazione post con etichetta scienze. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta scienze. Mostra tutti i post

Il mistero del tempo frattale

Il mistero del tempo frattale



"Per aiutare gli scienziati a convalidare gli allineamenti astronomici come quelli dei Veda,
i programmi informatici avanzati ora prendono le congetture di ciò, che il cielo notturno può assomigliare durante i cicli della storia nei tempi passati.
Utilizzando simulazioni prodotte da software, come Skyglobe, ora possiamo ricreare qualsiasi parte del cielo notturno da qualunque periodo del passato, così come progetto quello che il cielo sarà simile in qualsiasi momento in futuro.
L'uso di tale software è diventato un potente strumento per esplorare la teoria che antichi templi, piramidi e monumenti sono stati costruiti come erano per abbinare precisi allineamenti con le stelle e le costellazioni come sarebbero apparsi in passato.
Nel mistero della Grande Sfinge d'Egitto, per esempio, questo tipo di esplorazione si aggiunge alla crescente evidenza che la struttura è stata costruita molto tempo prima che il 2450 aC e non come oggi è presente nei libri di testo.

Rivelazioni Shock

"Perché la misteriosa Sfinge dell'Egitto è fatta a immagine di mezzo uomo e mezzo leone, un numero crescente di studiosi ora sospettano che sia stata costruita come un marcatore duraturo per la transizione dall'età di Virgo, la Vergine, a quella di Leo il leone, nel momento in cui le epoche del mondo 'venivano cambiate' nel nostro lontano passato.
Quindi la domanda sorge spontanea:  quando è avvenuta questa transizione..?
Il ricercatore e autore Graham Hancock ha sperimentato una prospettiva rivoluzionaria del nostro passato e offre una prova concreta che possa finalmente rispondere a questa domanda.
In "Specchio del Cielo", Hancock spiega:
"Le simulazioni al computer mostrano che nel 10.500 aC  la costellazione del Leone ospitava il sole durante l'equinozio di primavera.
In particolare, le simulazioni mostrano che durante l'ora prima dell'alba, il leone nelle stelle avrebbe guardato verso est lungo l'orizzonte, precisamente nel luogo dove il sole sarebbe sorto.
"Hancock elabora il significato di questa correlazione, affermando:
"Questo significa che la Sfinge del leone, con il suo orientamento a est, avrebbe guardato direttamente quella mattina in quella costellazione nel cielo.

"Quella costellazione è Leo.
"Che cosa ci dice una tale correlazione? È solo una coincidenza che la sentinella senza tempo di mezzo uomo e mezzo leone nel deserto egiziano è precisamente allineato con l'unica costellazione che porta il suo omonimo?
Anche se questa correlazione può andare nel tempo verso la soluzione del mistero di uno dei monumenti più noti al mondo, si apre anche la porta a domande ancora più profonde.
"Se la Sfinge è stata veramente costruita per commemorare la transizione della Terra dalla costellazione della Vergine a Leo, ed è stato costruito durante gli anni intorno 10.500 aC (Circa il momento in cui l'ultima era glaciale finì), chi era qui per costruirla?

Gregg Braden  

link
                                                        

Share:

Ghiandola pineale - il nostro terzo occhio: Il più grande insabbiamento della storia umana

Ghiandola pineale - il nostro terzo occhio: Il più grande insabbiamento della storia umana





La ghiandola pineale (detta anche corpo pineale, epifisi cerebri, epifisi o il "terzo occhio") è una piccola ghiandola endocrina nel cervello dei vertebrati. Essa produce la melatonina derivato della serotonina, un ormone che influenza la modulazione di veglia / sonno e funzioni modelli stagionali.
La sua forma assomiglia ad una piccola pigna (da cui il nome), e si trova vicino al centro del cervello, tra i due emisferi, nascosto in una scanalatura in cui i due corpi arrotondati talamiche aderire.
The Secret: Ciò che non vogliono farvi sapere!

Rivelazioni Shock

Share:

Dai laboratori di Harvard la stampa di tessuti viventi


Dai laboratori di Harvard la stampa di tessuti viventi





Immaginate una stampante a inchiostro speciale, con cui stampare tessuti viventi dotati di vasi sanguigni, che intrecciati tra loro danno vita a veri e propri organi. È questa l’idea da cui è partito il gruppo di scienziati della Harvard University guidato da Jennifer Lewis.
L’ambizioso obiettivo dei bio-ingegneri è costruire parti di ricambio per gli organi umani come il rene o il polmone a partire dalle cellule proprie dei pazienti. La scoperta potrebbe rappresentare una vera e propria svolta nel campo della donazione degli organi. Niente più lunghe liste di attesa per i pazienti, i quali avrebbero a disposizione dei ricambi personalizzati senza il rischio di rigetto. I biologi sanno già come fabbricare piccole porzioni di tessuto in laboratorio, ma per poter ottenere dei veri e propri organi è necessario fabbricare tessuti più grandi, che si ottengono creando complesse reti tridimensionali di vasi sanguigni. È questo il salto di qualità che consente ai tessuti di raggiungere le dimensioni e la complessità proprie degli organi.
Ed è questo l’obiettivo degli studi dei ricercatori di Harvard, che hanno presentato una stampante 3D e un set di inchiostri con i quali è possibile stampare rapidamente tessuti sottili dotati di vasi sanguigni. I tessuti artificiali privi di vasi sanguigni devono essere necessariamente molto sottili, per permettere la diffusione dell’ossigeno e degli altri nutrienti e impedire l’accumulo di metaboliti tossici. Gli scienziati di Harvard sono riusciti a stampare dei tessuti che superano il millimetro di spessore, ma il loro obiettivo è creare tessuti ancora più spessi utilizzando questo approccio mirato alla vascolarizzazione.

Rivelazioni Shock

La bio-stampante di Harvard funziona con due tipi di inchiostro di base. Uno è costituito da una sostanza gelatinosa che può essere caricata con vari tipi cellulari. E l’altro è un inchiostro “vascolarizzato”, costituito da uno speciale co-polimero denominato Pluronic 127. Si tratta di un materiale liquido a temperatura ambiente, ma che solidifica raffreddandosi. Come avviene quindi la stampa? Il tessuto viene prima stampato per intero a temperatura ambiente, utilizzando l’inchiostro vascolarizzato e degli inchiostri gelatinosi contenenti matrice extracellulare e cellule umane. Il tessuto artificiale così ottenuto viene raffreddato e perfuso con un substrato cellulare che serve a lavare via il co-polimero. Il risultato è una rete tubulare perforata in cui è possibile impiantare le cellule da cui origineranno i vasi sanguigni.
Per il momento si tratta ancora di sperimentazioni, ma affinando la tecnica e utilizzando dei metodi per aumentare la resa, i ricercatori sostengono di poter arrivare a stampare un tessuto di volume pari a quello del fegato umano, circa 1000 cm3, nel giro di qualche ora.
Una descrizione completa dello studio è presentata nella rivista Advanced Materials.

scritto da A. Vessia.

Immagine: Il tessuto stampato contiene tre tipi di cellule viventi che sono tracciate in rosso, blu e verde (vedere l'immagine al microscopio in alto e lo schema in basso). Image courtesy of David Kolesky and Lei Jin.

Fonte: - See more at: http://dinai.weebly.com/#sthash.IpZBNdAe.dpuf
http://lswn.it/biologia/stampa-di-tessuti-viventi-a-partire-dal-sangue-del-paziente/
Share:

Il simbolismo della Ghiandola Pineale

Il simbolismo della Ghiandola Pineale



Un viaggio appassionante nelle culture, nel tempo e nello spazio alla ricerca dei simboli – pigna e occhio – legati alla ghiandola pineale: dai Sumeri all’antico Egitto, passando per le rappresentazioni del Buddha, di Shiva e del potere papale.

Rivelazioni Shock

Per finire con un’affascinante ipotesi: un’iniziazione di massa causata dal risveglio della pineale a opera dell’inversione del campo magnetico terrestre…
Il passato è uno spazio-tempo alquanto misterioso ed indecifrabile e la moderna archeologia arranca nel fornire plausibili spiegazioni a molti dei suoi misteri.
Uno tra i più noti è come sia possibile che culture apparentemente slegate tra loro abbiano utilizzato le stesse peculiari architetture: le piramidi. In aree geografiche come Egitto, sud America, sud-est asiatico, Cina e perfino in Serbia (cfr. Scienza e Conoscenza n.28) ci sono piramidi di colossali dimensioni molto simili tra loro.
Tutte sono state costruite sopra corsi d’acqua sotterranei e/o caverne naturali o artificiali munite di tunnel.
Tutte presentano la caratteristica di fungere da ciclopici ionizzatori e da risonatori di armoniche che vanno dagli inudibili 16 Hz fino a qualche centinaio di hertz con una predilezione ─ delle piramidi egizie ─ per le frequenze con cui intoniamo il Si ed il Do tra la seconda e la terza ottava del La corista. 
Share:

Usa: banche dati di DNA all'insaputa degli americani

Usa: banche dati di DNA all'insaputa degli americani



Fantascienza? Sotto traccia, un numero crescente di forze di polizia locali ha collezionato migliaia di dati DNA su potenziali sospetti. Alcune informazioni raccolte a insaputa dei donatori.

Rivelazioni Shock

NEW YORK (WSI) - Sotto traccia, lentamente, un "numero crescente di forze di polizia locali in tutto il paese si sono spostate in quello che in precedenza era stato il dominio del FBI", e hanno collezionato decine, centinaia, migliaia di dati sul DNA di potenziali sospetti. Lo scrive il New York Times, che rivela: "Alcuni raccolti a conoscenza dei donatori, alcuni no".
Share:

l’anima puo' modificare la struttura biologica del corpo e guarirlo

l’anima puo' modificare la struttura biologica del corpo e guarirlo

481859 685526134794376 1927413166 n

di Piero Cammerinesi (corrispondente dagli USA di Coscienzeinrete Magazine e Altrainformazione)
“Lo spirito che guarisce” titola la copertina di questa settimana di Der Spiegel, il più diffuso e autorevole settimanale tedesco.
Ebbene sì – dopo anni che chi segue vie interiori cerca di trasmettere la propria esperienza, nella maggior parte dei casi invano – oggi i neuroscienziati hanno fatto la grande scoperta: lo spirito può guarire il nostro corpo. Raccontano stupefatti – e ancora increduli – come l’anima possa modificare la struttura biologica del corpo e la possa aiutare a superare la malattia.

Rivelazioni Shock

Vale a dire di come qualcosa di non misurabile, pesabile, visibile, possa in qualche modo modificare il visibile, pesabile, misurabile.
Meditare, fare Yoga e pensare positivamente – strilla Der Spiegel – conquistano ora la medicina ufficiale.
Meditation-1024x1024
Quello che decine di tradizioni sapienziali, di centinaia di ricercatori indipendenti e di migliaia di persone che lo praticano quotidianamente hanno sempre saputo, oggi –
udite, udite – è verità scientifica!

Beh, allora deve essere proprio vero…

Di documentazione la rivista tedesca ne fornisce in gran quantità, compresi alcuni filmati che si possono vedere sul sito web.

Qui di seguito i risultati di alcune interessanti ricerche su questo argomento.

Iniziamo da due autorevoli psicologi, Vladimir Bostanov e Philipp Keune, i quali avrebbero scoperto l’azione guaritrice dello spirito sul corpo umano mediante esame neurologico – misurazione dell’attività elettrica delle cellule cerebrali – del cervello dei soggetti sotto indagine prima e dopo un corso di meditazione.
Share:

USA: intere città saranno sorvegliate da droni 24 ore su 24

USA: intere città saranno sorvegliate da droni 24 ore su 24:


Un sensore collocato sul drone può vedere oggetti di 15 cm da un'altitudine di circa 6000 metri.di Paul Joseph Watson - Infowars.
La videocamera di sorveglianza ARGUS-IS da 1,8 miliardi di pixel, altrimenti nota come Area Persistent Stare ("sguardo fisso permanente sull'area", NdT) è stata sviluppata dalla BAE Systems quale parte del contratto con la Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA). Attraverso l'uso di 368 videocamere da cellulari da cinque megapixel, il sistema può essere adattato a un velivolo telecomandato e si può perfino progettare di incorporarlo all'interno del prototipo di drone solare Eagle, in grado di restare in volo per anni.

Rivelazioni Shock

 Il video richiamato in questo articolo ci mostra l'inventore del sistema ARGUS,Yiannis Antoniades, della BAE Systems, mentre descrive il modo in cui il sistema equivale ad avere «fino a 100 droni di tipo Predator che controllano insieme un'area grande quanto un media città», e come il sistema possa tracciare qualsiasi oggetto in movimento in un'area di 38 chilometri quadrati: chiunque cammini per strada, perfino qualsiasi uccello in volo nel cielo, nonché oggetti sul terreno di appena 15 centimetri.
«Qualsiasi oggetto o soggetto in movimento è automaticamente identificato. Puoi vedere gli individui che attraversano la strada, o quelli che camminano nei parcheggi. C’è in effetti abbastanza risoluzione da poter vedere le persone che muovono le proprie braccia e notare quali abiti indossino», dichiara Antoniades.
Il sistema può archiviare un milione di terabyte di video al giorno, 5mila ore di registrazioni video in alta definizione, mentre invia in tempo reale il filmato a una postazione a terra. ARGUS può «zoomare e vedere fino a un incredibile livello di dettaglio».
I particolari del progetto, intrapreso nel 2007, sono stati diffusi solo recentemente, dopo che il Governo ha revocato l’ordine di riserbo, ma il sensore in sé resta materiale classificato e non può essere fotografato.
Antoniades si ha rifiutato di fare commenti in merito al fatto che il sistema sia stato già dispiegato sul campo oppure no, ma ha affermato: «Non ho la facoltà di discutere dei piani del Governo, ma se avessimo questa scelta, ci piacerebbe che ARGUS sorvegliasse un’area fissa per 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana» e ha aggiunto che i droni sarebbero una «piattaforma ideale» per quel sensore.
«Ci stiamo muovendo verso una società sempre più elettronica, in cui tutti i nostri movimenti saranno tracciati», ha dichiarato Mary Cummings, dell’Humans and Automation Lab presso il MIT.
Gli esperti prevedono che ci saranno 30mila droni di sorveglianza nei cieli americani entro il 2020 a seguito della legge approvata lo scorso anno dal Congresso, che consente l’uso di droni spia sul suolo patrio.
«Adesso: considerate questa tecnologia all’interno del contesto degli attacchi extra-giudiziali attuati con i droni, le cui singole azioni sono decise e intraprese da sistemi di intelligenza artificiale in base a parametri che determinano in modo automatico se tu sei o meno una minaccia, e potrete rendervi conto di quanto diventeranno pericolosi dei droni armati con simili sistemi di rilevamento delle immagini», scrive Max Slavo.

Rivelazioni Shock

Fonte: http://www.infowars.com/new-surveillance-system-tracks-every-moving-object-in-an-entire-city/
tratto da
http://italian.irib.ir/gallerie/video/item/121388-usa-intere-citt%C3%A0-saranno-sorvegliate-da-droni-24-ore-su-24-video

Share:

Scienziati creano un virus in grado di uccidere il cancro al fegato

Scienziati creano un virus in grado di uccidere il cancro al fegato:





Specialisti della società biofarmaceutica Jennerex (USA) riferiscono che sono stati in grado di progettare geneticamente un virus per distruggere il cancro del fegato. Essi basano le loro conclusioni sulla efficacia del metodo negli studi clinici su 30 pazienti.

Rivelazioni Shock

Share:

La scienza dell'anima





La scienza dell'anima


Possiamo si comprendere il funzionamento elementare di alcuni meccanismi biologici e tentare infantilmente di duplicarli, ma in assenza di spirito, anima e coscienza – che sono i cardini di ogni autentica scoperta – il risultato non sarà che una fotocopia sbiadita dell’originale che, per quanto riguarda gli elementi della vita, è un processo inimitabile soggetto a Copyright universale. I motivi per cui la scienza moderna non ha prodotto nulla di buono, sta in questa mia considerazione!!
“Non é dunque con la bilancia che peserete l’ignoto, e non sondate con l’asta o lo scandaglio le vostre sapienti profondità”. Gibran

Rivelazioni Shock

La moderna scienza, che ha voluto ridurre e tradurre ogni cosa animata e non, a mera formula chimica, equazione algebrica e principio fisico, non è in grado di resuscitare un uomo morto, ne tanto meno, crearne uno nuovo, pensante e parlante, dotato di anima, coscienza e spirito.
Queste tre entità del resto, sono sconosciute alla moderna scienza che ha investito ogni sua risorsa, umana e materiale, nel sondare l’infinitesimale – infinitesimale a sua volta.
Share:

Muovere le cose con la forza del pensiero? Ora si può!



Muovere le cose con la forza del pensiero? Ora si può!

Se credete ancora che solo gli eroi dei film di fantascienza riescono a spostare gli oggetti con la forza del pensiero, è il momento di dissipare questo equivoco.

Rivelazioni Shock

Share:

Campo magnetico e “fine del mondo”.



Campo magnetico e “fine del mondo”:


I sedimenti del Mar Nero hanno permesso di studiare l'inversione magnetica di 41.000 anni fa, dove sono arrivate le polveri del Vesuvio di 39.500 anni fa e le anomalie climatiche dell'Asia[/caption]

Secondo i sostenitori della “fine del mondo” – che dovrebbe avvenire il 21.12.2012 – una delle cause del fenomeno potrebbe essere un’improvvisa inversione del campo magnetico che manderà il tilt il nostro nucleo terrestre. [La bufala della fine del mondo]

Rivelazioni Shock

Questa ipotesi la possiamo escludere al 1000 per 1000, tuttavia il problema dell’inversione del campo magnetico, ossia del modo con il quale esso avviene e delle conseguenze che può avere sulla vita del pianeta, non è ancora stato spiegato nei dettagli. Ma ora un po’ di nuova luce è stata gettata grazie ad uno studio realizzato dal GTZ German Research Centre for Geosceinces sui sedimenti estratti dal fondo del Mar Nero.

L’inversione dell’era glaciale

Risulta infatti, che 41.000 anni fa, in piena era glaciale, la Terra ebbe un’inversione del campo magnetico, le cui caratteristiche sono state messe in luce con una certa chiarezza. Quando si parla di “inversione del campo magnetico” significa che nel periodo di inversione se fosse esistita la bussola essa avrebbe indicato il Polo Nord magnetico dove oggi c’è il Polo Sud. Inversioni di questo tipo sono sempre avvenute nel passato o almeno si è certi che si sono verificate con una certa frequenza nell’ultimo miliardo di anni. [Quando la Terra era una palla di ghiaccio - Multimedia]

Inversione rapida, ma int ermini geologici

La domanda però alla quale i geologi non sono mai riusciti a dare una risposta precisa è la seguente: in quanto tempo si verifica l’inversione? In poche ore? O ci voglionodecenni, secoli o millenni? Secondo i più l’inversione avverrebbe nell’arco di alcuni millenni. L’inversione è veloce Ma stando a quanto trovato sul fondo del Mar Nero “l’inversione avrebbe richiesto non più di 250 anni, un’inezia in termini geologici”, spiega Norbert Nowaczyk che ha realizzato i recenti studi. Durante quel periodo il campo magnetico terrestre aveva un’intensità che non superava il 5% di quella dei nostri giorni. “Ciò significa –continua il ricercatore- che il nostro pianeta aveva perso quasi completamente la protezione che offre il campo magnetico nei confronti dei raggi cosmici e questo determinò una forte esposizione alle radiazioni che arrivano dallo spazio”.
Questa deduzione è testimoniata dalla presenza del Berillio 10, un elemento radioattivo trovato nei sedimenti del Mar Nero e in quelli dei ghiacci della Groenlandia, il quale si forma dall’impatto dei raggi cosmici con alcuni elementi presenti nell’atmosfera. L’inversione magnetica in questione era già stata rilevata nel Massiccio Centrale della Francia, ma non si era capito -fino ad oggi- se essa fosse una situazione locale o planetaria. Avendo trovato testimonianza della sua esistenza anche nel Mar Nero è evidente che essa fu universale.

Durò poco

L’inversione in questione durò per non più di 440 anni, durante i quali il campo magnetico aveva un’intensità del 25% rispetto a quella attuale, dopo di ché con la medesima velocità con la quale si era invertito, il Polo Nord magnetico riprese la sua attuale posizione.
Cosa significa tutto questo? Innanzi tutto ci siamo fattiun’idea che l’inversione del campo magnetico può essere veloce e che può essere preceduta da una forte diminuzione dell’intensità del campo magnetico stesso. Detto questo guardiamo un attimo alla situazione attuale: dal 1800(grosso modo) ad oggi il campo magnetico sta notevolmentediminuendo d’intensità, anche se non ai livelli in cui scese 41.000 anni fa. Potrebbe voler dire che la prossima inversione è vicina? Non è da escludere, ma certo non entro il 21 dicembre 2012, un po’ più in là forse. Altre scoperte Un’ultima cosa: lo studio dei sedimenti del Mar Nero ha permesso anche di evidenziare che la polvere dell’eruzione delVesuvio avvenuta 39.500 anni fa arrivò fino all’Asia e che 41.000 anni fa l’Asia stessa subi profondi cambiamenti climatici.

Fonte: http://blog.focus.it/effetto-terra/2012/10/17/campo-magnetico-e-fine-del-mondo-nuovi-dati/

Share:

Sentire è il segreto – Neville Goddard (Parte 4)

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

MUSIC FOR THE SOUL

Etichette

Recent Posts

Visualizzazioni totali