In evidenza

L'ALLARME SHOCK! MISTERIOSO PIANETA IN ROTTA CON LA TERRA: "AD AGOSTO TERREMOTI FINO A 9.8 DELLA SCALA RICHTER"

Un pianeta di un altro sistema solare rischierebbe di entrare in collisione con la Terra provocando terremoti e tsunami distruttivi entr...

sabato 22 luglio 2017

L'ALLARME SHOCK! MISTERIOSO PIANETA IN ROTTA CON LA TERRA: "AD AGOSTO TERREMOTI FINO A 9.8 DELLA SCALA RICHTER"



Un pianeta di un altro sistema solare rischierebbe di entrare in collisione con la Terra provocando terremoti e tsunami distruttivi entro il prossimo mese di agosto.
Il ricercatore David Meades sostiene l'imminente impatto di un "Pianeta X" che potrebbe portare morte e devastazione. Secondo quanto riporta il Sun, i teorici della cospirazione credono che questo impatto potrebbe provocare decine di terremoti con una magnitudo superiore ai 9 gradi della scala Richter, sismi devastanti che darebbero origine a tzunami altrettanto forti a cui potrebbero ottimisticamente sopravvivere solo il 50% della popolazione mondiale.
«Siamo in pericolo», avverte il professor Meades, «il tempo sta cambiando a causa del collegamento elettromagnetico plasmatico tra i pianeti e questo potrebbe portare a conseguenze devastanti per il nostro pianeta».
 I primi cambiamenti dovuti all'avvicinarsi del Pianeta X si stanno già verificando: come piccoli e grandi terremoti, vulcani che si risvegliano. Con l'avvicinarsi del pianeta i fenomeni aumenteranno fino alla devastante collisione.
Meades spiega che nessuno ha ancora lanciato un'allerta perché, a causa dell'inclinazione terrestre, il pianeta è difficilmente individuabile e non si vogliono dare falsi allarmi, ma lui consiglia a tutti di mettersi in salvo entro il prossimo agosto, mese in cui di dovrebbe verificare l'impatto.
Poi lo scienziato conclude: «Il presidente Trump potrebbe essere a conoscenza del Pianeta X, come ha indicato nel discorso inaugurale.

Tratto da

domenica 2 aprile 2017

Pentagon seeks to ‘surprise’ ISIS with unannounced troops deployments in Iraq & Syria




















‘The Pentagon wants Islamic State terrorists to be pleasantly surprised by US troop deployments in Iraq and Syria, with Washington apparently adopting a new policy of limiting soldier movement disclosures and resorting to unannounced “temporary” missions.
“In order to maintain tactical surprise, ensure operational security and force protection, the coalition will not routinely announce or confirm information about the capabilities, force numbers, locations, or movement of forces in or out of Iraq and Syria,” Eric Pahon, a Pentagon spokesman, told the Los Angeles Times this week.
A representative of Operation Inherent Resolve (OIR) confirmed to Sputnik that “routine” troop deployment announcements will stop under Donald Trump as US forces want the Islamic State (IS, formerly ISIS/ISIL) terrorists to be the “first to know about any additional capabilities the Coalition or our partner forces may present them on the battlefield.”’